Concorso straordinario, Granato (M5S): no rinvio 2022, nessuna criticità per svolgerlo

Stampa

“Sul concorso straordinario della scuola si è formato un inaspettato asse che va dalla Lega all’ex ministro Fioramonti”.

“Il Carroccio, per bocca del senatore Pittoni, chiede un rinvio al 2022 sottacendo che si tratta un’ipotesi che non farebbe altro che fomentare la richiesta di stabilizzazioni senza selezione per almeno altri tre anni.”

“Fioramonti invece solleva presunte “criticità” del concorso straordinario, dimenticando che il decreto che conteneva le modalità di svolgimento delle due procedure (straordinaria e ordinaria) è stato varato quando lui era ancora ministro. Il concorso straordinario ha rappresentato la sintesi di un accordo tra le forze di maggioranza, consapevoli del fatto che di tratta dell’unica soluzione possibile. La gran parte delle associazioni e delle altre realtà audite in commissione all Senato non ha sollevato tale problema trovandosi sostanzialmente d’accordo con la procedura prevista. La ministra Azzolina ha predisposto un piano condiviso con le forze di maggioranza in base al quale le procedure possono svolgersi anche in questa fase. Inoltre con la graduale riapertura delle attività legate alla fase 2 dell’emergenza, le richieste di rinvio risultano ancor più immotivate. Non si ravvisano criticità. Per il MoVimento 5 Stelle il più importante investimento nella scuola pubblica passa dal suo capitale umano. Vale a dire sulla classe docente italiana, una delle migliori al mondo, la cui qualità deve essere preservata anche attraverso la garanzia di procedure di reclutamento selettive e meritocratiche”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur