Concorso straordinario, Giannelli (ANP): “Necessità di assumere i docenti, non bisogna spostare la prova”

Stampa

“Ritengo il concorso importante, direi  fondamentale per assumere, per stabilizzare il più presto possibile i docenti. Quindi ritengo che vada fatto e non spostato”.

Lo ha detto all’Adnkronos, Antonello Giannelli, presidente dell’Associazione  nazionale presidi in merito al concorso che partirà il 22 ottobre prossimo per 32mila posti.

“Certamente ci sono delle criticità, – sottolinea Giannelli – ma se noi pensiamo di rinviare tutte le questioni che pongono delle difficoltà a quando sarà finita questa emergenza rischiamo di aspettare anni e non possiamo”.

“La necessità di assumere docenti di ruolo è forte. Serve fare dei sacrifici per la necessaria assunzione di docenti”, conclude Giannelli sottolineando inoltre che “sarebbe meglio che i concorsi accertassero la  competenza dell’insegnante e non solo la conoscenza nozionistica  relativa alla materia che deve insegnare, questo è un problema vecchio mai risolto ma da affrontare”.

Stampa

Eurosofia: Analisi Comportamentale Applicata (ABA) tra i banchi di scuola. Non perderti questa grande opportunità formativa