Concorso straordinario. Fusacchia, “crocette non misurano professionalità? Non sono d’accordo”. Bucalo, “Impossibili assunzioni a settembre, ministro dimentica i ricorsi”

Stampa

Divergenze di vedute sul concorso a cattedra straordinario oggi tra Alessandro Fusacchia, Capogruppo Misto alla Camera e componente della VII commissione alla Camera, e Carmela Bucalo, componente della VII Commissione cultura alla Camera per FdI.

Il contesto è stato il Digital debate organizzato da Consenso, divisione di media relations e public affair del Gruppo Hdrà, “La scuola alla prova dell’emergenza COVID-19” del quale Orizzonte Scuola è stato media partner

Secondo l’Onorevole Fusacchia, il concorso a cattedra straordinario deve svolgersi nelle modalità che sono state concordate. Ciò significa: lo svolgimento della prova computer based e un orale a fine anno di prova.

Le crocette non misurano la professionalità? Non sono d’accordo” ha detto rispondendo a quanti sostengono il contrario. “Sono più significative che un concorso per titoli e servizi.

Sulla tempistica, l’Onorevole ha poi affermato: “Il Governo è in grado di farlo in tempo? Accetto il sì del Ministro, si è presa un impegno. Anche il concorso straordinario è ritorno alla normalità . Se il Ministro ha assicurato, bisogna dargli atto.

Di diverso avviso l‘Onorevole Bucalo, “Le crocette non sono l’unico modo per misurare la professionalità di persone che lavorano sul campo da anni, la competenza la dimostrano costantemente. E’ questa l’idea della meritocrazia del Ministro?

Per quanto riguarda la tempistica, la Bucalo non ha espresso ottimismo, “da trent’anni che vivo nel mondo scuola, non si è mai concluso un concorso in un mese e mezzo.

Il Ministro, continua la Bucalo, “ha dimenticato la fase della gestione dei ricorsi, a meno che lei non abbia la capacità di fermare questa macchina. Ne bastano due o tre per fermare il sistema. Dal primo settembre si ritornerà alla supplentite, con una ennesima dimostrazione di non voler dare la certezza a tutto quello che è il mondo della scuola.

Stampa

Eurosofia organizza la III edizione di [email protected] Aiutiamo i giovani a progettare il loro futuro in modo consapevole