Concorso straordinario e ordinario secondaria 2019, requisiti per partecipare

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Secondo quanto indicato nel Decreto (ci sono 60 giorni di tempo per eventuali modifiche in Parlamento) i due concorsi dovranno essere banditi contestualmente, entro il 2019.

Ciascun docente potrà partecipare, se ne ha i requisiti, sia al concorso straordinario che a quello ordinario, anche per la medesima classe di concorso o per il sostegno.

Per la partecipazione al concorso per i posti di sostegno è necessario essere in possesso della relativa specializzazione.

Il servizio è considerato valido se prestato come insegnante di sostegno oppure in una classe di concorso.

Possono partecipare anche i docenti di ruolo. I limiti

Potranno partecipare con riserva anche gli specializzandi TFA sostegno IV ciclo

Preparati al concorso con il corso di Orizzonte Scuola per rientrare nei 24mila posti disponibili

Ciascun docente può partecipare in una sola regione e per una sola procedura (sostegno o posto comune).

I posti a disposizione sono circa 48.000: 24.000 per lo straordinario, 24.000 per l’ordinario. In ciascun concorso i posti andranno suddivisi tra posto comune e sostegno.

Il concorso straordinario sarà bandito per le regioni, classi di concorso e tipologie di posti per le quali si prevede che vi siano, negli anni scolastici dal 2020/21 al 2022/23 posti vacanti e disponibili.

La graduatoria di merito che scaturirà dal concorso straordinario sarà comunque ad esaurimento e potrà essere utilizzata – secondo le norme previste per le assunzioni a tempo indeterminato – anche dopo l’a.s. 2022/23.

Scarica il testo approvato

Versione stampabile
anief banner
soloformazione