Concorso straordinario docenti subito e semplificato: l’appello della UILscuola Puglia

WhatsApp
Telegram

Concorso straordinario subito e semplificato per avere tutti i docenti in cattedra all’inizio del prossimo anno scolastico.

E’ necessario un concorso straordinario per i docenti subito e con procedura semplificata. L’appello della Uilscuola Puglia è diretto ai parlamentari pugliesi e al Presidente Emiliano. Un concorso per soli titoli rivolto ai soli precari che abbiano almeno 3 anni di servizio nella scuola, con il quale evitare lungaggini burocratiche che permetta di avere in cattedra tutti i docenti dal 1 settembre.

Nel comunicato di UilScuola si legge: “La scuola italiana e la comunità scolastica pugliese, soprattutto in questo periodo, non hanno la necessità di essere governate con prepotenza e senza alcuna condivisione delle scelte che possono determinare soltanto un disordinato avvio del prossimo anno scolastico.

Sono migliaia i precari che hanno consentito l’apertura delle scuole pugliesi negli ultimi anni ai quali ora si chiede di sottoporsi a test computer based per accedere al ruolo, una sorta di roulette russa in cui si salvi chi può e non si sa con quale tempistica.

L’inquilina di Trastevere dovrebbe, oggi più che mai, attivare un concorso straordinario per soli titoli al fine di evitare lungaggini burocratiche e sperpero di denaro pubblico, che porterebbero ad un unico risultato, ovvero quello di non avere tutti i docenti in cattedra il 1 settembre. Anche in passato sono stati banditi concorsi per soli titoli, eppure la nazione non era neanche interessata dal Covid-19; anche nella sanità si sta assumendo il personale senza alcuna procedura concorsuale. Una politica che non risponde a situazioni eccezionali con provvedimenti eccezionali è miope.

Stiamo proponendo da tempo e, finalmente, alcuni parlamentari e qualche partito cominciano a prenderne atto, un concorso per soli titoli rivolto a coloro che hanno almeno 3 anni scolastici di insegnamento precario e che null’altro avrebbero da dimostrare al mondo scolastico dopo così tanta esperienza e dopo le sentenze della Corte di Giustizia europea, unitamente a un colloquio finale al termine dell’anno di prova.

Facciamo appello al Presidente Emiliano, che ha a cuore l’offerta formativa pugliese, e ai nostri parlamentari che devono difendere la nostra terra, chiedendo loro un intervento determinato con l’obiettivo di modificare il concorso straordinario, eliminando i test e sostituendoli con una procedura per soli titoli. In questo modo potrà essere garantito il regolare avvio del prossimo anno scolastico, ormai alle porte.”

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur