Concorso straordinario, corretto il 20% prove scritte. Prime proiezioni: 9.000 posti rimangono vacanti, per uno su sei tra i vincitori niente ruolo

Stampa

Il sindacato Anief, sulla base dei dati pubblicati da Tuttoscuola avanza le prime proiezioni sui risultati finali del concorso straordinario di cui al DD n. 510 del 23 aprile 2020 e DD n. 783 dell’8 luglio 2020.

Un posto su tre tra quelli banditi, ossia 9mila – secondo la proiezione Anief rimarrà vacante . Escluso uno su due candidati che hanno partecipato alle prove. Un idoneo su sei tra chi le ha superate rimarrà fuori dalle graduatorie ad esaurimento utili per i ruoli nonostante abbia vinto. Anief ribadisce la necessità di ricorrere al Tar dopo i ricorsi vinti in passato dai propri legali convenzionati

Il sindacato cita i dati elaborati da Tuttoscuola“il bilancio delle 132 procedure del concorso straordinario concluse è il seguente: posti in concorso relativi ai risultati pubblicati: 4.737; candidati che avevano presentato; domanda di partecipazione: 8.841; candidati che hanno superato lo scritto: 4.185 pari al 47,3% delle domande presentate; candidati che risulteranno vincitori: 3.406; posti che rimarranno vacanti: 1.331 pari al 28% dei posti delle classi di concorso pubblicate”.

Il sindacato Anief, per tutelare chi ha diritto a entrare nei ruoli, ha presentato ricorso al Tar del Lazio per ottenere il superamento del limite dei vincitori rispetto ai 32mila posti messi a bando per ciascuna regione, per ottenere così la possibilità per tutti gli idonei di essere individuati quali vincitori del concorso per scorrimento delle graduatorie. L’adesione è riservata a coloro che hanno superato la prova concorsuale.

Stampa