Concorso straordinario, Commissione Affari Costituzionali chiede prova selettiva. No assunzioni a scorrimento

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Oggi in VII Commissione Senato è previsto il voto agli emendamenti al Decreto scuola. Alcuni emendamenti chiedono modifiche al previsto Concorso straordinario.

Secondo quanto riportato sul proprio profilo FaceBook il Senatore Mario Pittoni, la commissione affari Costituzionali ha chiesto di rivedere in particolare gli emendamenti 2.1, 2.19 e 1.0.17 con il quale si chiedeva una assunzione per titoli, senza prova selettiva.

In particolare, la Commissione ha chiesto di riformulare gli emendamenti con le seguenti motivazioni

“1.0.17 (testo 2): non ostativo a condizione che sia riformulato prevedendo, nel rispetto dell’articolo 97 della Costituzione, l’immissione in ruolo previo espletamento di prove di concorso;

–          2.1, 2.19 (testo 2): non ostativo invitando ad una riformulazione in modo tale che siano previste, oltre alla valutazione per titoli, anche prove selettive prima della immissione in ruolo, nel rispetto dell’articolo 97 della Costituzione”

Gli emendamenti in questione sono stati presentati sia dalla Lega che dal Partito Democratico.

Voto previsto oggi alle 13.30, che probabilmente slitterà di circa un’ora a seguito del voto di fiducia al Ministro Bonafede.

Bandi concorsi in gazzetta: straordinario, ordinario secondaria e ordinario infanzia primaria. Domande dal 28 maggio, si aggiungono 16.000 posti

Versione stampabile
Argomenti: