Concorso straordinario, bocciato dopo anni di insegnamento e aver fatto diplomare centinaia di alunni. Lettera

Stampa

inviata da Carlo Andreoli – Dopo aver insegnato per anni facendo diplomare centinaia di alunni, vengo bocciato al concorso straordinario (che di straordinario ha ben poco vista un unica “prova” da dattilografo).

La modalità di prova a “risposta aperta” (quindi interpretativa per chi legge) ha sollevato dubbi tra i candidati ma anche la risposta data si può ritenere (ovviamente) interpretativa per chi la correggerà e quindi chi ha garantito che le commissioni giudicanti hanno applicato i criteri previsti delle tabelle valutative correttamente e con la giusta interpretazione nelle risposte date?

Unica strada, purtroppo, sarà chiedere accesso agli atti e ricorrere al TAR per conoscere i criteri di valutazione applicati ai singoli quesiti ed in caso di inesattezze interpretative far nominare una commissione straordinaria che ri-valuti la prova e ne confermi o meno l’esito dato.

Stampa

Nuovi percorsi mirati e intensivi per prepararti al Concorso Stem. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype