Concorso straordinario bis, non c’è lo scorrimento di graduatoria per assegnare i posti di chi rinuncia

WhatsApp
Telegram

Concorso straordinario bis di cui al comma 9bis del DL 73/2021: per tante classi di concorso la procedura di assunzione si è conclusa con l’assegnazione dell’incarico a tempo determinato. I docenti nominati seguiranno nel 2022/23 l’anno di prova e formazione nonchè lo speciale percorso universitario da 40 ore e 5 CFU appositamente dedicato.

I posti a disposizione, quelli assegnati, quelli “bruciati”

I posti a disposizione per questo concorso, complessivamente, sono stati più di 14.000.

Questa la suddivisione per regione e classe di concorso.

I posti assegnati 

Conosciamo solo un dato molto parziale, risalente a metà ottobre, di circa 3.200 assunzioni. Diciamo che è molto parziale perchè nell’ultimo mese si sono conclusi i lavori di numerose commissioni  e gli USR hanno provveduto alla nomina di numerosi docenti. I sindacati hanno richiesto i dati aggiornati.

I posti “bruciati” 

Un nostro lettore chiede se gli USR devono scorrere le graduatorie di merito per riassegnare i posti rimasti vacanti per rinuncia dei vincitori.

La risposta è negativa: non devono e non possono.

Le graduatorie di merito del concorso straordinario bis infatti, in base al DM n. 108 del 28 aprile 2022, comprendono esclusivamente un numero di candidati pari al numero di posti messi a disposizione per quella classe di concorso nella regione considerata

art. 9 comma 3 “Ciascuna graduatoria comprende un numero di candidati non superiore ai contingenti assegnati a ciascuna procedura concorsuale come determinati dal bando di cui all’articolo 10. A parità di punteggio complessivo si applicano le preferenze di cui all’articolo 5, commi 4 e 5, del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487”

I candidati che hanno svolto la prova ma non sono rientrati nella graduatoria di merito non hanno “valore” ai fini della graduatoria, non sono considerati idonei per i quali è possibile far scorrere la graduatoria.

La graduatoria è solo una, quella pubblicata a fine lavori della commissione. Non si ricostituisce ogni qualvolta un candidati vincitore rinuncia all’assegnazione.

Problematica già anticipata

Già da tempo i sindacati hanno fatto presente questa possibile situazione al Ministero, poiché la procedura del concorso straordinario bis si è sovrapposta a quella del concorso ordinario e alle assunzioni da GPS sostegno prima fascia, per cui è possibile che altri candidati abbiano optato per immissione in ruolo da altra procedura e pur avendo svolto la prova del concorso straordinario bis non sono interessati alla nomina.

Come saranno utilizzati i posti residui

I posti eventualmente residui confluiranno nell’organico di diritto del personale docente per l’anno scolastico 2023/24 e potranno essere utilizzati per tutte le operazioni, a partire dalla mobilità dei docenti di ruolo.

Concorso straordinario bis: fino a quando saranno possibili le nomine, quando inizia il corso da 5 CFU, come si svolge l’anno di prova

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur