Concorso straordinario bis, nella prova orale ci sarà anche la parte in inglese. Ecco i quadri di riferimento

WhatsApp
Telegram

Concorso straordinario bis di cui all’art. 59 comma 9bis del Dl 73/2021: finalmente prende concretezza la procedura che ha l’obiettivo di coprire i posti rimasti scoperti dalle assunzioni del 2021/22. Si tratta di circa 14.000 posti, solo per la secondaria di primo e secondo grado. Il concorso è riservato a docenti che possono vantare 3 anni di servizio negli ultimi cinque nella scuola statale, di cui uno specifico.

I requisiti di accesso

Le tappe del concorso

  • Presentazione delle domande entro il 16 giugno      VEDI SPECIALE
  • formazione commissioni vedi presentazione domande
  • convocazione candidati
  • svolgimento prova orale (nel decreto entro il 15 giugno, data ormai superata)
  • incarico a tempo determinato per i vincitori dal 1° settembre 2022 Chi sono i vincitori
  • formazione in collaborazione con le Università (40 ore, 5 CFU) + anno di prova e formazione nell’anno scolastico 2022/23
  • assunzione a tempo indeterminato dall’anno scolastico 2023/24 previo superamento di tutte le prove previste

La prova orale

Rimane il quesito aperto di questa procedura, definita straordinaria sia perché ha l’obiettivo di coprire i posti vacanti delle immissioni in ruolo 2021/22, sia perché destinata esclusivamente a docenti in possesso dei requisiti previsti dal bando.

Come si svolgerà la prova orale

La prova sarà solo una, solo orale.

Il D.M. 22 aprile 2022 n. 108 spiega come si svolgerà la prova orale di accesso alla graduatoria.

La prova disciplinare consiste in una prova orale finalizzata all’accertamento della preparazione del candidato e valuta la padronanza delle discipline nonché la capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue ad eccezione dei candidati per le classi di concorso A-24, A-25 e B-02 per la lingua inglese per i quali la prova si svolge interamente in lingua.

Prova disciplinare: sarà un colloquio sui contenuti? Verrà richiesto di inserire il contenuto in un contesto didattico? E’ previsto un minimo di progettazione?

Si tratta di domande che ad oggi rimangono prive di una risposta precisa. Ne abbiamo parlato in

Concorso straordinario bis, prova orale: simulazione di una lezione, UDA, o interrogazione sui contenuti? Dove si svolge, email di convocazione

Le commissioni predispongono le tracce, pari a tre volte il numero dei candidati convocati nella singola sessione.

Ciascun candidato estrae la traccia, su cui svolgere la prova, all’atto dell’effettuazione della prova medesima. Le tracce estratte non sono utilizzabili per i successivi sorteggi.

Per la preparazione il Ministero pubblica l’allegato A con le indicazioni per singola classe di concorso.

La valutazione

La valutazione della prova avviene sulla base di un Quadro di riferimento per la valutazione della prova orale, valido a livello nazionale per la specifica classe di concorso.

Non c’è un punteggio minimo per il superamento della prova: non è prevista la bocciatura.

I criteri di valutazione di cui all’articolo 5, comma 2, del Decreto Ministeriale devono essere pubblicati da parte del competente USR almeno cinque giorni prima dello svolgimento della prova.

Il Ministero scrive “Si rinvia ai Quadri di riferimento per la valutazione della prova orale di cui al D.M. n. 326 del 9 novembre 2021, come previsto dall’art. 5, comma 2 del D.D.G. n. 1081 del 6 maggio 2022.”

Ma i “quadri di riferimento per la valutazione della prova orale di cui al D.M. n. 326 del 9 novembre 2021” sono quelli utilizzati per il concorso ordinario, per il quale è prevista la progettazione di un’attività.

Da qui la confusione e, si spera, un definitivo chiarimento ministeriale prima delle convocazioni per la prova.

Come si formerà la graduatoria

La commissione ha a disposizione 150 punti: max 100 punti per la valutazione della prova orale e max 50 punti per la valutazione dei titoli, conseguiti e inseriti entro la data di presentazione della domanda.

La graduatoria sarà formata dai docenti che, in base al punteggio della prova + il punteggio dei titoli si collocheranno nel numero dei posti a bando.

A parità di punteggio complessivo si applicano le preferenze di cui all’articolo 5, commi 4 e 5, del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487. 4.

Le graduatorie sono approvate con decreto dal dirigente preposto all’USR responsabile della procedura concorsuale e sono pubblicate nell’albo e sul sito internet dell’USR.

Le assunzioni

Nel 2022/23 i vincitori  saranno assunti a tempo determinato. Nel frattempo dovranno frequentare uno specifico corso di formazione e come di consueto, l’anno di formazione e prova.

Superati questi due ostacoli, saranno assunti in ruolo giuridicamente ed economicamente dall’anno scolastico 2023/24.

Formazione di 40 ore

Il corso di formazione: il decreto prevede che i docenti vincitori partecipino, con oneri a proprio carico, a un percorso di formazione di 40 ore, anche in collaborazione con le università, che ne integra le competenze professionali.

Il mancato superamento della prova conclusiva comporta la decadenza dalla procedura ed è preclusa la trasformazione a tempo indeterminato del contratto.

In questo caso il servizio prestato nel 2022723 verrebbe valutato quale incarico a tempo determinato.

La sezione dedicata sul sito del Ministero

La consulenza

E’ possibile scrivere a [email protected] per proporre dei quesiti (non è assicurata risposta individuale, ma la trattazione di tematiche generali).

E’ possibile seguire tutti gli aggiornamenti tramite il tag Concorso Secondaria

E’ possibile interagire nel forum di mutuo aiuto Concorsi docenti

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro