Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Concorso straordinario bis, in quale classe di concorso e provincia i vincitori svolgeranno la supplenza del 2022/23

WhatsApp
Telegram

Gli aspiranti interessati stanno presentando ovvero hanno già presentato le istanze di partecipazione al concorso straordinario bis. Su quale classe di concorso sarà attribuito il contratto a tempo determinato a.s. 2022/23?

Rispondiamo ad uno dei tanti quesiti giunti in redazione, ricordando dapprima le modalità e la tempistica di presentazione delle domande, i requisiti di partecipazione e le fasi in cui si articola la procedura di assunzione straordinaria in esame, prevista dall’articolo 59, comma 9-bis, del DL n. 73/2021 (convertito in legge n. 106/2021), come sostituito dall’articolo 5, comma 3-quinquies, del DL n. 228/2021 (convertito in legge n. 15/2022) e volta alla copertura dei posti residuati dalle immissioni in ruolo ordinarie (da GaE e GM) e dalle assunzioni straordinarie (da GPS prima fascia posto comune e sostegno) a.s. 2021/22.

Domande

Le domande si presentano in modalità telematica, sino alle ore 23.59 del 16 giugno 2022, tramite l’applicazione “Piattaforma concorsi e procedure selettive”, cui accedere con le credenziali SPID o con quelle della Carta di identità elettronica ovvero, in alternativa, di un’utenza valida per l’accesso ai servizi presenti nell’area riservata del Ministero con l’abilitazione specifica al servizio Istanze Online.  Accedi alla domanda– Qui la nostra guida per immagini 

Requisiti

Possono partecipare alla procedura in oggetto gli aspiranti che:

  • siano in possesso di abilitazione specifica o titolo di accesso alla specifica classe di concorso ovvero analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente I 24 CFU non sono richiesti come requisito di accesso
  • non abbiano partecipato alle procedure di cui al comma 4 del medesimo succitato articolo 59 o, pur avendo partecipato, non siano stati individuati quali destinatari di contratto a tempo determinato, finalizzato all’immissione in ruolo, ai sensi del medesimo comma;
  • abbiano svolto, a decorrere dall’anno scolastico 2017/2018 ed entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione, un servizio nelle istituzioni scolastiche statali di almeno tre anni anche non consecutivi, valutati ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124;
  • che abbiano svolto una delle tre suddette annualità, nell’arco temporale considerato, nella specifica classe di concorso di partecipazione.

In assenza di uno solo dei summenzionati requisiti non è possibile partecipare alla procedura in esame. 

Articolazione procedura

La procedura prevede le seguenti fasi:

  • concorso consistente in prova disciplinare (prova orale) e valutazione dei titoli;
  • graduatorie di merito, formate in base ai punteggi ottenuti nella prova disciplinare e nella valutazione dei titoli e comprendenti i soli vincitori di concorso;
  • assunzione a tempo determinato nell’a.s. 2022/23;
  • svolgimento nel 2022/23 di un percorso di formazione universitario con prova conclusiva;
  • svolgimento, nel corso della durata del contratto a tempo determinato a.s. 2022/23, del percorso annuale di formazione iniziale e prova di cui all’articolo 13 del D.lgs. n. 59/2017;
  • assunzione a tempo indeterminato, previo superamento della prova finale del percorso di formazione universitario e previa valutazione positiva del percorso annuale di formazione iniziale e prova, con decorrenza giuridica ed economica dal 1° settembre 2023 o, se successiva, dalla data di inizio del servizio, nella medesima scuola di assunzione a tempo determinato;
  • conseguimento dell’abilitazione all’atto della conferma in ruolo.

Quesiti

  • Parteciperò al concorso straordinario bis. Ho maturato l’anno di servizio specifico in tre classi di concorso, Fisica (A20), Matematica (A26) e Matematica e Fisica (A27) e quindi potrò scegliere con quale delle tre classi di concorso accedere alla procedura abilitante. Poiché nel corso del primo anno sarà attribuita una supplenza sino al 30/06/2021 o al 31/08/2021, la classe di concorso della supplenza deve coincidere o meno con quella di accesso alla procedura abilitante?  In caso affermativo come faccio a prevedere in quale classe di concorso avrò la supplenza, in modo da potermi regolare nella scelta della classe di concorso d’accesso al concorso abilitante?
  • Nello specifico dato che io sono iscritta nelle Gps della provincia di Napoli e per la mi cdc A-21 il bando è stato bandito solo nel Piemonte e nel Veneto… una volta sostenuta la prova orale, dove dovrei svolgere l’anno di prova ed il corso di formazione?

Rispondiamo ai tanti quesiti posti e chiariamo alcuni aspetti della procedura in esame, affermando quanto segue:

  • la procedura in esame non è una procedura abilitante ma è finalizzata, come detto sopra, alla copertura dei posti residuati dalle assunzioni a.s. 2021/22;
  • l’abilitazione, per coloro i quali non ne siano già in possesso, arriverà all’atto della conferma in ruolo (per cui, qualora non si arrivi alla fine, ossia non si superino il percorso di formazione universitario e il periodo di prova, non si conseguirà nessuna abilitazione);
  • trattandosi di una procedura finalizzata all’immissione in ruolo e sui posti destinati e residuati alle assunzioni a.s. 2021/22, la supplenza attribuita sarà necessariamente su posti vacanti con termine al 31/08 ;
  • la classe di concorso di partecipazione è quella scelta a monte della procedura (nella domanda, infatti, si indica la classe si concorso di partecipazione) e, conseguentemente, i vincitori saranno inseriti nella GM della specifica classe di concorso di partecipazione (quella scelta nella domanda);
  • la supplenza, pertanto, sarà attribuita nella suddetta classe di concorso di partecipazione e in questa fase non sceglierà nulla.

Di conseguenza,  nel momento in cui si risulterà nella graduatoria dei vincitori del concorso straordinario, la GPS non avrà “valore” nel senso che non conta più la provincia della GPS (potrebbe essere un caso la coincidenza). La supplenza sarà per la classe di concorso scelta per il concorso e nella provincia destinata in seguito alla procedura informatizzata che sarà avviata per assegnare i posti.

Nel concreto, la collega avrà la supplenza in una provincia del Veneto o Piemonte, a seconda la regione che sceglierà nella domanda.

Se non dovesse risultare tra i vincitori invece avrà valore la sua iscrizione in GPS e dovrà partecipare all’attribuzione delle supplenze da questo elenco.

Concorso straordinario bis: domanda entro il 16 giugno. Come si formerà la graduatoria: prova orale e titoli. SPECIALE

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur