Concorso straordinario bis: entro quando dovrà concludersi. Ce ne sarà un altro nel 2023 per i docenti con tre anni di servizio?

WhatsApp
Telegram

Concorso straordinario bis di cui al comma 9bis del DL 73/2021: c’è una data ultima entro il quale dovrà concludersi? E nel frattempo potrà esserne bandito un altro, per dare una risposta concreta a quei docenti che nel frattempo avranno raggiunto i “sospirati” tre anni di servizio? Alcuni chiarimenti.

La notizia, pubblicata in anteprima da Orizzonte Scuola, su un possibile avvio dei percorsi di formazione specifici da 40 ore e 5 CFU da gennaio 2023 con conclusione entro il 15 giugno 2023, non  ha mancato di suscitare qualche preoccupazione tra i docenti di quelle classi di concorso che non conoscono ancora la calendarizzazione della prova.

Quando si concluderà il concorso straordinario bis?

E’ valida la data del 31 ottobre? O si rimanda al 31 dicembre? O anche nel 2023?

Punto primo: la data del 31 ottobre deriva da quanto accaduto lo scorso anno con il concorso STEM del bando di concorso ordinario n. 499 del 21 aprile 2020, anticipato nell’estate del 2021 e protratto, appunto, entro la data del 31 ottobre 2021 per le immissioni in ruolo.

Quella data valeva solo per quel concorso, non è una data indicativa per il concorso straordinario bis.

Per il concorso straordinario non c’è una data stabilita a livello nazionale dal Ministero. La strada scelta è diversa: ogni USR a fine agosto ha consultato le commissioni e stabilito per quali classi di concorso la procedura potrà concludersi in tempo per permettere ai vincitori di poter svolgere l’anno di prova e formazione nel corso del 2022/23, il cui punto fondamentale è lo svolgimento di 180 giorni di servizio di cui almeno 120 di attività didattica.

Di conseguenza, consultando le comunicazioni degli USR è possibile conoscere per quali classi di concorso la procedura si concluderà a breve (orientativamente non più tardi di fine novembre).

Per quelle classi di concorso non ricomprese invece non c’è una data di scadenza. I posti relativi sono stati assegnati come supplenza al 31 agosto 2023, quindi di fatto non c’è fretta. Sono le commissioni a stabilire la timeline. Certo, si spera sempre nel buon senso e ci si augura di poter chiudere le procedure comunque non troppo in là anche per poter dare ai vincitori una rassicurazione sul loro futuro professionale.

Concorso straordinario BIS: preparati alla prova, il voto conta per l’assunzione. 

Ci sarà un nuovo concorso straordinario bis nel 2023?

Nella formulazione prevista dal comma 9bis del DL 73/2021 no, non è previsto dalla normativa.

Il Dl 36/2022 rivoluziona il reclutamento degli insegnanti, anche se pensa anche ai docenti con tre anni di servizio.

Ecco come

Nuovo reclutamento, come si svolgerà il concorso: requisiti, fase transitoria, prove e graduatorie di merito

Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge infatti che per la partecipazione al concorso è in ogni caso consentita a coloro che, fermo restando il possesso del titolo di studio necessario con riferimento alla classe di concorso, hanno svolto, entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione al concorso stesso, un servizio presso le istituzioni scolastiche statali di almeno tre anni scolastici, anche non continuatividi cui almeno uno nella specifica classe di concorso o nella tipologia di posto per la quale si concorrenei cinque anni precedenti.

Dunque i docenti precari con servizio entrano direttamente al concorso anche senza abilitazione.

Per i vincitori del concorso che non abbiano ancora conseguito l’abilitazione all’insegnamento e abbiano partecipato alla procedura concorsuale, si prevede un contratto annuale di supplenza stipulato con l’Ufficio scolastico regionale a cui afferisce l’istituzione scolastica scelta.

In ogni caso, gli stessi insegnanti devono acquisire, 30 CFU/CFA tra quelli che compongono il percorso universitario e accademico di formazione iniziale, con oneri a proprio carico.

Una volta conseguita l’abilitazione, i docenti vengono assunti a tempo indeterminato e sottoposti al periodo annuale di prova in servizio, il cui positivo superamento determina la definitiva immissione in ruolo. 

TESTO

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur