Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Concorso straordinario bis: è selettivo e non tutti entrano in graduatoria. Posti solo per 14.000 docenti. Ecco le regole

WhatsApp
Telegram

Concorso straordinario bis per circa 14.000 posti nella scuola secondaria di primo e secondo grado. Previsti determinati requisiti di servizio per l’accesso, la prova è solo una, orale, di natura disciplinare. Supplenza finalizzata al ruolo nell’anno scolastico 2022/23 e incarico a tempo indeterminato dal 2023/24. Cosa prevede la BOZZA.

I posti a disposizione

Questa la distribuzione dei posti comunicata dal Ministero ai sindacati. L’allegato deve ancora essere pubblicato in Gazzetta ufficiale.

TABELLA posti a disposizione

Gli USR stanno accantonando questi posti anche a livello provinciale. E’ la prima volta che accade perché siamo dinanzi a una procedura straordinaria. I posti a disposizione infatti sono quelli residui dalle immissioni in ruolo 2021/22 e devono essere accantonati per i precari, e non risultare per la mobilità dei docenti di ruolo, operazione che avverrà il 17 maggio.

I requisiti di accesso

I requisiti di accesso previsti nella BOZZA sono

Possono partecipare i docenti che possano vantare

  • a. abilitazione specifica o titolo di accesso alla specifica classe di concorso ovvero analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente
  • non aver partecipato alle procedure di cui al comma 4 del medesimo articolo 59 o, pur avendo partecipato, non essere stati individuati quali destinatari di contratto a tempo determinato, finalizzato all’immissione in ruolo, ai sensi del medesimo comma
  • c. avere svolto, a decorrere dall’anno scolastico 2017/2018 ed entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione, un servizio nelle istituzioni scolastiche statali di almeno tre anni anche non consecutivi, valutati ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124.
  • una delle annualità nell’arco temporale considerato deve essere specifica, cioè svolta per la classe di concorso per la quale si richiede di partecipare.

Per approfondimenti sui requisiti di accesso

Non è un concorso per l’abilitazione, non è un concorso per tutti, non è un concorso con graduatoria ad esaurimento

Una nostra lettrice scrive

“sono una precaria con più di 10 anni di servizio sulla classe di concorso A021, ritenuta non idonea da concorsi farsa, ma idonea a portare avanti programmi, esami etc. Volevo chiedere delle delucidazioni riguardo il concorso straordinario bis che dovrebbe uscire a breve.

Se non ci sono posti disponibili per la classe di concorso di geografia in Toscana, vuol dire che non posso neppure partecipare??

Non posso neppure entrare in una graduatoria ad esaurimento? Cioè se c’è un posto si può partecipare in 1000, fare il percorso di formazione, anno di prova… e se non c’è neppure un posto no??? Ma che salva precari è?? Spero di aver capito male e che sia data a tutti la possibilità di partecipare indipendente dal posto.. almeno per entrare in graduatoria visto che non sarà selettivo. Mi puo’ fare chiarezza? Grazie . Cordialmente” 

E’ una idea sbagliata dire che il concorso non sarà selettivo e che passeranno tutti entrando in graduatoria. ATTENZIONE alle fake news.

E’ vero che la prova orale non avrà un punteggio minimo di superamento, ma questo non vuol dire che tutti coloro che hanno i requisiti di accesso entreranno in graduatoria.

La graduatoria infatti sarà composta da un numero di docenti pari al numero di posti messi a bando per quella regione.

Come si forma la graduatoria 

Entrano in graduatoria i candidati che, in base al punteggio conseguito alla prova orale (max 100 punti ) + il punteggio dei titoli (max 50 punti) si colloca all’interno dei posti a bando per quella classe di concorso nella regione scelta.

Va da sè, che dato il numero limitato di posti, al di là dei titoli che si potranno vantare, svolgere una buona prova potrebbe diventare essenziale.

Per cui se in Toscana c’è un posto per Geografia, la graduatoria sarà formata da un unico docente e quell’unico docente accederà al percorso di formazione e al ruolo e al ruolo dal 2022/23.

Non è affatto vero che se c’è un posto partecipano in 1.000 e in 1.000 si collocano in graduatoria. Questa è una idea che non corrisponde alla bozza del BANDO.

Semmai i sindacati avevano richiesto la graduatoria, al fine di non disperdere i posti che potrebbero risultare vuoti a causa di eventuali rinunce. Ma non graduatorie ad esaurimento.

Regioni con posti zero

Va precisato che non sarà possibile partecipare in regioni con posti zero. Trattandosi dei posti residui dalle immissioni in ruolo 2021/22, per poter accedere alla procedura è necessario almeno un posto. Altrimenti su quale posto si farebbe il percorso e la successiva immissione in ruolo?

Chi si trova in questa condizione, deve necessariamente scegliere una regione con posti a disposizione per la propria classe di concorso.

Ne abbiamo parlato in Concorso straordinario bis: si può scegliere solo una classe di concorso e una regione con posti a disposizione.

Salvaprecari non significa abilitazione per tutti

E’ anche sbagliata l’idea che la procedura nasca per far conseguire l’abilitazione. Al contrario l’abilitazione è la fine di questo percorso, e viene conferita all’atto dell’immissione in ruolo.

Quindi bisogna completare tutto il percorso previsto dalla procedura concorsuale, compreso l’anno di formazione e il relativo esame, per potersi considerare abilitati e in ruolo.

Questo specifica che la procedura avviata con il concorso straordinario bis non può essere considerata una procedura solo per l’abilitazione ma è finalizzata al ruolo (e con il ruolo si avrà l’abilitazione).

Siamo in attesa del testo definitivo.

Bozza_decreto_concorso_straordinario con tabella valutazione titoli

BOZZA_PROGRAMMI_CONCORSO_STRAORDINARIO1

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur