Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Concorso straordinario bis, chi lo vince saprà solo ad agosto la provincia in cui insegnerà nei prossimi anni

WhatsApp
Telegram

Concorso straordinario bis: tanti docenti, alla vigilia della scadenza per la presentazione della domanda, sono indecisi sul da farsi. L’incertezza sulla provincia in cui si dovrà andare a lavorare, chissà per quanti anni, potrebbe non far dormire la notte. Il meccanismo tra l’altro deve ancora essere messo a punto, perché non ci sono date certe.

Scadenza presentazione domanda

I candidati possono presentare istanza di partecipazione al concorso a partire dalle ore 9,00 del giorno successivo a quello di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4 a Serie speciale «Concorsi ed esami» – del presente decreto (dunque dal 18 maggio) fino alle ore 23,59 del ventinovesimo giorno successivo a quello di apertura delle istanze. NOTA DEL MINISTERO

Gli aspiranti, in possesso dei requisiti di ammissione di cui all’art. 3 del D.D.G. n. 1081 del 6 maggio 2022, presentano domanda, a pena di esclusione, per un’unica regione e per una sola classe di concorso. Non è previsto di poter inoltrare la domanda alle regioni TrentinoAlto Adige e Valle d’Aosta.

I quesiti

Se si dovesse superare la prova, si potrà scegliere la Provincia in cui svolgere l’ anno di prova, o verrà assegnata dal sistema nella Regione del concorso? E si dovrà rimanere 3 anni nella stessa Provincia/scuola? Grazie

In quale regione

La regione in cui si svolgerà l’anno di formazione (5 CFU) + l’anno di prova sarà quella in cui si svolgerà il concorso. Quindi se si “cambia” regione perchè nella propria la classe di concorso non è stata bandita, bisogna essere consapevoli che la scelta della regione non vale solo per lo svolgimento della prova ma implica l’assunzione di servizio in quella regione, per un tot indefinito di anni.

Potrebbero essere solo due, il 2022/23  della supplenza finalizzata al ruolo + l’anno di assunzione a tempo indeterminato.

Ma potrebbero essere di più, dipenderà dai vincoli di territorialità che man mano verranno imposti o sollevati e dalla concreta possibilità di avere il trasferimento nella provincia desiderata.

In quale provincia

All’interno della regione scelta, ad oggi, non è possibile preventivare con estrema certezza neanche la provincia di assunzione.

E’ vero che prima della mobilità dei docenti di ruolo per l’anno scolastico 2022/23 gli Uffici Scolastici hanno accantonato i posti, ma questi vanno considerati solo in linea teorica, potrebbero ancora esserci delle modifiche.

La scelta della provincia avverrà, attraverso procedura informatizzata, secondo le stesse regole delle assunzioni in ruolo.

Il docente esprime le proprie preferenze in base alle disponibilità e poi il sistema assegna in base allo scorrimento di graduatoria.

Si ipotizza che tale operazione possa svolgersi già ad agosto  – se veramente le prove si svolgeranno a luglio – in modo da poter assegnare la supplenza con decorrenza 2022/23 e permettere il pagamento già dal mese di settembre.

Ma fino ad allora si brancolerà nel buio.

La classe di concorso sulla quale si svolgerà il percorso sarà quella per cui si svolge il percorso, indipendentemente dall’iscrizione in GPS, indipendentemente dal fatto che magari nella provincia desiderata ci siano più posti. Non bisogna infatti confondere i posti dello straordinario bis, che sono relativi ai posti residui del 2021/22, con i nuovi posti per assunzioni in ruolo e supplenze 2022/23.

Concorso straordinario bis, in quale classe di concorso e provincia i vincitori svolgeranno la supplenza del 2022/23

Secondo quesito

Se si partecipa per la regione Lazio ma nella provincia di interesse ci sono solo 2 posti disponibili e non si è vincitori per questi ultimi, cosa succede?

Se ci sono solo due posti a livello regione e non si rientra in graduatoria nei primi due posti in base a punteggio prova + punteggio titoli, il concorso si conclude qui. Accederanno allo speciale anno di prova e formazione finalizzato al ruolo solo i primi due docenti che si saranno collocati in graduatoria.

Se, nella distribuzione dei posti regionali, nella provincia di interesse ci sono due posti e non si riesce ad accedere a quelli si concorrerà per gli altri disponibili nelle altre province.

È possibile che mi mandino in uno degli altri posti in tutta la regione? E se si rifiuta cosa succede?

Sì, si può rifiutare. in quel caso il concorso si conclude con un nulla di fatto, precari si era e precari si rimane.

Sì può cmq accedere alle supplenze da gps per la provincia scelta (indipendentemente dal concorso?)

Sì certo, se in base allo scorrimento si arriva al proprio nominativo.

Terzo quesito

scrivo per chiedere informazioni in merito al fatto di poter partecipare al concorso straordinario in una regione diversa rispetto a quella in cui ho presentato domanda per le GPS, è possibile seguire questa procedura?

Certo, si tratta di due procedere distinte. Naturalmente, se ci si colloca in graduatoria in posizione utile per accedere al percorso che porterà al ruolo la supplenza del 2022/23 sarà già in una delle province della regione scelta.

La consulenza

È possibile richiedere consulenza all’indirizzo [email protected] Non è assicurata risposta individuale, ma la trattazione di tematiche generali.

È possibile confrontarsi sul forum di reciproco aiuto

È possibile seguire gli aggiornamenti tramite il tag Concorso secondaria

Concorso straordinario bis: domanda entro il 16 giugno. Come si formerà la graduatoria: prova orale e titoli. SPECIALE

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]izzontescuola.it
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur