Concorso straordinario bis: 30 novembre data ultima per assumere nel 2022/23, chi può mantenere la supplenza. NOTA Piemonte

WhatsApp
Telegram

L’USR Piemonte pubblica un avviso con le indicazioni sull’avvio della procedura di assegnazione della provincia e della sede ai candidati vincitori del concorso straordinario bis (art. 59, comma 9-bis, del decreto-legge n. 73 del 2021) per l’anno scolastico 2022/23.

Dopo la pubblicazione delle graduatorie con i vincitori verrà attivata la fase I, relativa all’assegnazione della provincia. Sia per la fase I che per la fase II non sarà utilizzato il sistema informatizzato SIDI/Polis.

L’Ufficio scolastico, tramite posta elettronica ordinaria, inviterà i candidati collocati in posizione utile nelle GM a comunicare, allegando copia di un documento di riconoscimento in corso di validità, l’ordine di preferenza delle varie province in cui sono stati accantonati i posti per la suddetta procedura concorsuale.

In questa prima fase, i candidati non più interessati a partecipare alla procedura possono comunicare la propria rinuncia, utilizzando esclusivamente il modello allegato alla nota individuale, trasmettendo anche copia di un documento di riconoscimento in corso di validità.

La rinuncia – sottolinea l’USR – equivale a decadenza immediata dalla relativa e specifica graduatoria per il posto/cdc cui si è rinunciato.

Si procederà poi con la fase II, di competenza degli Uffici scolastici provinciali, finalizzata all’acquisizione delle preferenze e successiva assegnazione delle sedi scolastiche nelle quali sono stati accantonati i relativi posti e presso le quali, con contratto a tempo determinato fino al 31 agosto 2023, il docente dovrà svolgere il periodo di formazione e prova, finalizzato, in caso di esito positivo, all’immissione in ruolo, giuridica ed economica dal 1 settembre 2023.

I candidati che stanno svolgendo già supplenza al 31 agosto per la stessa classe di concorso/posto potranno svolgere l’anno di prova presso la stessa sede.

Questa opzione non è valida per:

  • il personale attualmente titolare di incarico a tempo determinato sino al 31 agosto 2023 su classe di concorso e/o tipologia di posti diverse da quella della presente procedura;
  • il personale attualmente titolare di incarico a tempo determinato sino al 30 giugno 2023 anche sulla medesima classe di concorso e/o tipologia di posto della presente procedura;
  • il personale attualmente titolare di incarico a tempo determinato sino al 31 agosto 2023, con clausola risolutiva ex art. 41 del CCNL, su posto accantonato ai sensi dell’art. 59 co. 9- bis del decreto-legge n. 73 del 2021, nella medesima classe di concorso e/o tipologia di posto della presente procedura.

L’USR chiarisce che le procedure saranno attivate dall’Ufficio esclusivamente per le classi di concorso per le quali le relative graduatorie di merito concorsuali saranno pubblicate in tempo utile per garantire il corretto svolgimento, nei termini di legge, del periodo di formazione e prova da parte dei docenti individuati (180 giorni di effettivo servizio e 120 giorni di lezione), coincidente con la data del 30 novembre 2022.

NOTA

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur