Concorso straordinario, Azzolina (M5S): anno in corso non vale. Presto bandi sostegno

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Rispetto al concorso straordinario per gli insegnanti di scuola primaria, indetto con un decreto del ministro Bussetti e già in Gazzetta Ufficiale, è bene fare chiarezza su alcune fake news circolate in questi giorni.

Così come per tutti gli altri bandi, l’anno scolastico in corso ha validità ai fini del concorso solo se l’insegnante ha già raggiunto 180 giorni di servizio”. Lo afferma in una nota Lucia Azzolina, portavoce del MoVimento 5 Stelle nella commissione Cultura della Camera.

“È evidente che, essendo appena iniziato, l’anno 2018-2019 non potrà essere conteggiato nei due anni. Nessuna novità, quindi, rispetto al passato”, prosegue Azzolina: “per qualsiasi concorso i requisiti di accesso devono essere già maturati nel momento in cui viene pubblicato il bando”.

“Quello che invece cambia, e in meglio grazie al Governo del Cambiamento, è il sistema di reclutamento degli insegnanti: il primo dei nuovi concorsi è già in Gazzetta Ufficiale e, come anticipato dal ministro Bussetti, presto si proseguirà con i bandi per gli insegnanti di sostegno e con gli altri per l’accesso al ruolo”, conclude la deputata.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione