Concorso straordinario, Azzolina: “Assunzioni tramite titoli non rispetta la Costituzione, in tanti la pensiamo così”

Stampa

La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, fa il punto dell’attualità scolastica in vista del ritorno in classe previsto per il 14 settembre. Ecco quanto detto ad Agorà, trasmissione di approfondimento giornalistico in onda su Rai 3.

“Il problema atavico della scuola sulle assunzioni è una mancanza di programmazione. I concorsi devono essere programmati questo lavoro non è mai stato fatto. Adesso abbiamo bandito concorsi per 78.000 persone. Esiste una Costituzione Italiana che prevede il concorso. L’assunzione su titoli non rispetta la Costituzione e la pensiamo in tanti così. I concorsi vanno programmati, so che molti precari vogliono il concorso e c’è un giudizio favorevole del Quirinale sui concorsi”.

Leggi anche

Ritorno in classe, Azzolina allo scoperto: “Governo ed enti locali valutino sedi alternative per le elezioni”

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia