Concorso straordinario, Azzolina: assumere precari secondo Costituzione. Garantiremo sicurezza e modalità alternative se cambia scenario epidemiologico

Stampa

Oggi in VII Commissione il Ministro Azzolina è intervenuta sulla delicata questione dei concorsi a cattedra ed in particolare del concorso rivolto ai docenti con 36 mesi di servizio.

Il Ministro ha sottolineato come siano stati incrementati i posti con l’aggiunta di 16mila unità per i concorsi straordinario e ordinario.

Il totale dei docenti che a fine delle procedure saranno assunti arriverà a quasi 80mila. “Un grandissimo risultato, – ha detto il Ministro – che permetterà di dare stabilità ad un gran numero di docenti e di garantire la continuità didattica dell’insegnamento per i nostri studenti.”

Relativamente al concorso straordinario, il Ministro ha rassicurato che si sta lavorando affinché le procedure di selezione previste, un test computer based, “si svolgano in condizioni di sicurezza per i partecipanti e per il personale coinvolto”.

Ha, inoltre, affermato che si stanno valutando “possibili alternative qualora lo scenario epidemiologico dovesse cambiare improvvisamente. Una proposta, credo, di buon senso.”

“Sono una docente, – ha poi ricordato – che ha vissuto la precarietà lavorativa. Il mio obiettivo è assumere i precari, nel rispetto della Costituzione.”

Sulle modalità alternative in caso di peggioramento del quadro epidemiologico, oggi la Senatrice Granato era già intervenuta prospettando una soluzione “di buon senso da inserire nel decreto in discussione al Senato”

La soluzione prevede una clausola “di emergenza” legata all’eventualità di un ritorno della pandemia che renda impossibile lo svolgimento delle prove. In quel caso si procederebbe con l’assunzione a tempo determinato dei docenti e al differimento della prova scritta in fase successiva durante l’anno.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia