Concorso straordinario, Anief: in diecimila hanno saltato le prove selettive di febbraio a causa del Covid-19

Stampa

Comunicato ANIEF – Possono partecipare alle prove suppletive del 10 maggio soltanto coloro che hanno un provvedimento cautelare del giudice ottenuto entro il 16 aprile. Per Anief, anche dopo tale data basta ricorrere al Tar e impugnare la nota ministeriale illegittima.

Per aderire vai al seguente link e invia l’istanza di partecipazione

A seguito delle pronunce cautelari ottenute dai legali in convenzione con Anief per la partecipazione alle procedure del concorso straordinario il ministero dell’istruzione è stato costretto a programmare delle prove suppletive come fin da sempre richiesto dal presidente Marcello Pacifico e segnalato anche dal ministero della funzione pubblica. La nota ministeriale però ancora una volta appare irragionevole nell’escludere quanti tra gli assenti alle prove selettive per ragioni di Covid hanno presentato specifica istanza di partecipazione a una sessione suppletiva e non hanno ottenuto prima del 16 aprile analogo provvedimento cautelare. A tutela di tutti questi candidati l’Ufficio legale di Anief ha riaperto i termini per poter ricorrere al giudice amministrativo e ottenere la possibilità di partecipare al concorso.

Per aderire bisogna seguire le istruzioni al seguente link.

Stampa