Concorso straordinario, accordo raggiunto. C’è l’emendamento: conferma prova a settembre

di redazione

item-thumbnail

La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, è arrivata in Senato per definire il testo che recepisce l’accordo di maggioranza sul nodo precari.

Testo che, secondo quanto apprendiamo, è stato elaborato nella versione definitiva e condivisa da tutte le forze di maggioranza.

L’emendamento sul concorso straordinario è stato depositato.

Ciò ha consentito di riprendere i lavori in commissione Istruzione a Palazzo Madama sul dl Scuola.

Domani alle 9:00 scade il termine per i subemendamenti

Secondo le indiscrezioni raccolte, nel testo dell’emendamento sarebbero state confermate tutte le nostre anticipazioni:

  1. a settembre si assegneranno le supplenze dalle nuove graduatorie provinciali
  2. contemporaneamente sarà avviato un concorso a cattedra riservato per i docenti con 36 mesi di servizio
  3. la prova scritta non sarà un test a risposta multipla, ma un testo (non sappiamo ancora il dettaglio)

Una novità riguarda il fatto che è stato presentato un emendamento che prevede la retroattività delle assunzioni. Significa che i docenti che entreranno in ruolo nel settembre 2021/22 si vedranno riconosciuto ai fini di ricostruzione carriera anche l’anno precedente.

Versione stampabile

soloformazione