Concorso straordinario abilitazione, che fine ha fatto? Precari chiedono a Bianchi di far partire la procedura. La petizione

WhatsApp
Telegram

Che fine ha fatto il concorso straordinario abilitante riservato ai precari con 3 anni di servizio bandito nel 2020? La domanda è sempre più frequente dato che il concorso voluto dall’allora Ministro Azzolina è l’unico sparito dai radar fra quelli banditi nel 2020.

I diretti interessati hanno aperto una petizione per chiedere al Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi di far partire al più presto la procedura.

Il testo della petizione:

Gent.mo Ministro dell’Istruzione, con la presente petizione Le chiediamo di rendere esecutivo il concorso relativo alla procedura straordinaria per esami finalizzata all’accesso ai percorsi di abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado su posto comune previsto dal DL n. 126/2019, convertito in legge n. 159/2019 e bandito con DD n. 497/2020 e successivamente integrato con DD n. 748/2020. Diversi cittadini hanno infatti presentato la domanda di partecipazione e pagato la tassa di iscrizione ma del concorso non si è avuto più nessuna notizia.
Certi della Sua attenzione nei confronti di questa richiesta Le chiediamo una sollecita soluzione e inviamo cordiali saluti.

LA PETIZIONE

Il problema è che gli aspiranti hanno presentato la domanda entro il 15 luglio 2020 e pagato il contributo di diritto di segreteria (15 euro a persona).

Durante la fase di conversione del Decreto Sostegni bis era emersa la data del 15 dicembre come termine ultimo per avviare la prova selettiva, ma tale data non è confluita nella stesura finale del DL 73/201 e infatti è appena trascorsa senza che di questa procedura si sia parlato nell’ambito della programmazione delle procedure concorsuali.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur