Concorso straordinario abilitante a Trento, Pittoni (Lega): “Con l’autonomia si possono fare scelte diverse dal target nazionale”

WhatsApp
Telegram

Il senatore Mario Pittoni, responsabile del Dipartimento Istruzione della Lega e vicepresidente della commissione Cultura al Senato, commenta la procedura straordinaria per i docenti di Trento.

A Trento in virtù della completa autonomia dal sistema di organizzazione e reclutamento nel settore scuola, istruzione e formazione, sono possibili scelte che su alcune questioni equiparano paritarie e statali“, spiega Pittoni.

Tant’è che non esistono istituti professionali di Stato e l’istruzione professionale è totalmente demandata alla Provincia e agli enti (privati) di formazione che ad essa fanno capo. Di conseguenza è normale che il concorso straordinario abbia un target diverso da quello nazionale: sperequazione che trova fondamento nei poteri straordinari concessi dalla Costituzione ad alcune Regioni a Statuto speciale“, conclude il senatore leghista.

Concorsi straordinari abilitanti docenti Trento: sono tre in 3 anni scolastici. Ecco scadenze e prove. Bando

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur