Concorso stop appalti pulizia, decreto va pubblicato immediatamente! Lettera

ipsef

item-thumbnail

Inviato da Confalonieri Corrado – Basta con la storia infinita …. È il momento di mettere fine ad una situazione ormai insostenibile.

Legge 30.12.2018 n. 145 “Legge di Bilancio 2019”. L’art. 1, comma 760, punto b) della citata legge, dispone, infatti, che a decorrere dal 1° gennaio 2020, le Istituzioni Scolastiche ed Educative Statali svolgeranno i servizi di pulizia e ausiliari unicamente mediante ricorso a personale dipendente appartenente al profilo dei collaboratori scolastici.

È il momento di avere chiaro come, quando e dove questo avverrà e tutto ciò sarà chiaro solo con l’uscita del Decreto attuativo.

ExLsuAta più di 10 anni di servizio nella pubblica amministrazione per Poi essere tenuti in ostaggio per mano della politica nelle aziende private dal 2001.

Da quasi 20 anni, non parliamo di 20 giorni,20 settimane o 20 mesi…
20 ANNI. Questo è accaduto nel silenzio assoluto dei sindacati che di sono sempre accordati con la politica Pd in primis e le aziende, senza mai interpellare un solo lavoratore. Accordi o meglio patti scellerati che ancora oggi ci fanno quasi rimpiangere di essere nati.

20 anni di umiliazioni, privati della serenità lavorativa economica e sociale, quasi emarginati, inesistenti, i fantasmi della scuola buoni solo per pulire 18-20 e anche 25 aule al giorno tutti i santi giorni. In tutti questi anni c’è anche chi ha combattuto e lo fa ancora,come abbiamo visto nella manifestazione fatta a Roma l’11 e il 12 settembre.

Ancora oggi degli ExlsuAta se ne parla poco e niente, quando si parla di scuola si parla solo di docenti.

I posti che dovranno coprire come collaboratori scolastici gli ExLsuAta sono accantonati dal 2001 e sono circa 11500. Tutti i nominativi dei lavoratori sono reperibili presso gli uffici scolastici regionali.

Non si capisce e non è giustificabile tutto questo ritardo per la pubblicazione del decreto. Abbiamo sentito fin troppe chiacchiere e adesso è l’ora dei fatti.

Il Decreto va pubblicato senza se e senza ma!

Versione stampabile
anief banner
soloformazione