Concorso STEM, una sola prova scritta: cosa valuta, punteggio e articolazione. Cosa cambia

WhatsApp
Telegram

Concorso STEM, pubblicato in GU il Decreto 826/2021, che modifica il bando di concorso ordinario per la scuola secondaria di primo e secondo grado, da avvio alla procedura relativa alle discipline scientifiche predette e condurrà all’immissione in ruolo dei vincitori già dall’a.s. 2021/22.

Concorso materie STEM: prove scritte giorni 2, 5, 6, 7 e 8 luglio. Scarica calendari per classe di concorso. Decreto in Gazzetta Ufficiale

CALENDARIO PROVE SCRITTE

Decreto sostegni-bis

Il decreto legge n. 73/2021, il cosiddetto decreto sostegni-bis, ha previsto l’anticipo di una “parte” del concorso ordinario per la scuola secondaria di primo e secondo grado, di cui al DD n. 499/2020, relativo alle discipline scientifiche STEM, considerato l’elevato numero di posti vacanti e disponibili riguardanti le classi di concorso afferenti alle citate materie scientifiche.

Queste le classi di concorso interessate:

  • A020 Fisica (282 posti)
  • A026 Matematica (1005 posti)
  • A027 Matematica e Fisica (815 posti)
  • A028 Matematica e Scienze (3124 posti)
  • A041 Scienze e tecnologie informatiche (903 posti)

Possono partecipare al concorso i soli aspiranti che hanno presentato l’istanza di partecipazione entro il 31 luglio 2020 e per le sole classi di concorso relativamente alle quali hanno presentato la predetta domanda.

Procedura DD 499/2020 senza modifiche

Il decreto sostegni-bis ha previsto non soltanto l’anticipo della procedura in esame, ma anche una modifica dell’articolazione della medesima.

Ai sensi del DD n. 499/2020, senza le modifiche che sono state apportate, la procedura si articolava in: eventuale prova preselettiva; due prove scritte; prova orale; valutazione dei titoli; graduatorie di merito.

Prove scritte

  • articolazione: da uno a tre quesiti;
  • obiettivo: valutare il grado delle conoscenze e competenze del candidato sulle discipline afferenti alla classe di concorso stessa;
  • valutazione max 40 punti;
  • punteggio minimo per superare la prova e accedere alla seconda prova scritta 28/40
Seconda prova:
  • articolazione: due quesiti a risposta aperta;
  • obiettivo primo quesito: accertamento delle conoscenze e competenze antropo-psico-pedagogiche;
  • obiettivo secondo quesito: accertamento delle conoscenze e competenze didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto di insegnamento di ciascuna classe di concorso;
  • valutazione max 40 punti (40 punti per ciascun quesito; punteggio finale frutto della media aritmetica dei punteggi conseguiti nei due quesiti);
  • punteggio minimo per superare la prova e accedere alla prova orale 28/40

Prova orale:

  • obiettivo: valutare la padronanza delle discipline, nonché la capacità di progettazione didattica efficace, anche con riferimento alle TIC, finalizzata al raggiungimento degli obiettivi previsti dagli ordinamenti didattici vigenti; per le classi di concorso A-24 e A-25 prova condotta nella lingua straniera oggetto di insegnamento; interlocuzione commissione-candidato per valutazione capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese almeno al livello B2;
  • prova pratica per le classi di concorso per cui è prevista;
  • valutazione max 40 punti;
  • punteggio minimo per superare la prova 28/40;
  • nei casi di svolgimento della prova pratica: 40 punti max prova pratica e 40 punti max prova orale; valutazione definitiva prova orale frutto media aritmetica delle predette valutazioni (la prova è superata con 28/40).

Procedura DD 499/2020 modificata da DL 73/21

In seguito alle modifiche apportate dal decreto legge n. 73/2021, attuate dal DD 826/2021, la procedura concorsuale suddetta si articolerà in:

  • una sola prova scritta
  • prova orale;
  • graduatorie di merito finale.

Prova scritta:

  • obiettivo: accertamento conoscenze e competenze sulle discipline della classe di concorso, sulla preparazione informatica e sulla conoscenza della lingua inglese al livello almeno B2;
  • articolazione: 50 quesiti, 40 dei quali sui programmi previsti dall’allegato A al DM n. 201/2020 per la singola classe di concorso, 5 sulle competenze digitali e 5 sulle competenze della lingua inglese. Per la classe di concorso A027 “Matematica e fisica” i 40 quesiti sui programmi sono suddivisi tra 20 quesiti di matematica e 20 quesiti di fisica. Per la classe di concorso A028 “Matematica e scienze” i 40 quesiti sui programmi sono suddivisi tra 20 quesiti di matematica e 20 quesiti nell’ambito delle scienze chimiche, fisiche, biologiche e naturali;
  • svolgimento: a seconda del numero di partecipanti, è contemplata la possibilità di prevedere la non contestualità delle prove relative alla stessa classe di concorso, garantendone comunque la trasparenza e l’omogeneità in modo da garantire il medesimo grado di selettività tra tutti i partecipanti;
  • valutazione: 2 punti per ciascuna risposta esatta, zero punti per le risposte non date o errate; valutazione massima 100 punti;
  • punteggio minimo per superare la prova e accedere alla prova orale: 70/100

Prova orale:

  • obiettivo: valutare la padronanza delle discipline, nonché la capacità di progettazione didattica efficace, anche con riferimento alle TIC, finalizzata al raggiungimento degli obiettivi previsti dagli ordinamenti didattici vigenti; per le classi di concorso A-24 e A-25 prova condotta nella lingua straniera oggetto di insegnamento; interlocuzione commissione-candidato per valutazione capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese almeno al livello B2;
  • prova pratica per le classi di concorso per cui è prevista;
  • valutazione max 100 punti;
  • punteggio minimo per superare la prova 70/100;
  • nei casi di svolgimento della prova pratica: 100 punti max prova pratica e 100 punti max prova orale; valutazione definitiva prova orale frutto media aritmetica delle predette valutazioni (la prova è superata con 70/100).

Approfondisci caratteristiche prove, tempi, obietti e valutazione

Alla luce di quanto sopra riportato, dunque, non sono più previste l’eventuale preselettiva, la seconda prova scritta e la valutazione dei titoli. L’evidente “snellimento” della procedura si pone l’obiettivo di accelerare le assunzioni dei vincitori.

Pertanto, come leggiamo nel decreto 826/2021 che modifica il DD n. 499/2020 e nel decreto sostegni-bis, le graduatorie di merito saranno utilizzate per le assunzioni in ruolo a.s. 2021/22, a condizione che siano approvate entro la data del 30 ottobre 2021. Tale data, evidenziamolo, è considerata nel decreto sostegni-bis come data ultima per la pubblicazione delle GM, solo per eventuali oggettive ragioni di ritardo, non a caso si prevede la pubblicazione entro il 31 luglio 2021 (per le commissioni che rispettano tale data è previsto un compenso aggiuntivo).

Corso di preparazione al concorso ordinario materie scientifiche STEM

Immissioni in ruolo e concorsi 2021: chi partecipa, chi è escluso, i requisiti. Decreto sostegni bis [LO SPECIALE]

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur