Concorso Stem, Anief avvia il ricorso per l’ammissione di chi non ha presentato domanda entro il 31 luglio 2020

Stampa

Anief – Il sindacato impugna il DM n. 826/21 di rettifica del bando del concorso ordinario docenti 2020 per le discipline STEM (classi di concorso A020, A026, A027, A028 e A041), nella parte in cui non riapre i termini per la partecipazione a tutti i candidati con i titoli d’accesso validi, viste le modifiche intercorse del numero dei posti e dello svolgimento delle prove. Per aderire all’iniziativa legale, entro il 30 giugno, bisogna inviare lavoro domanda cartacea all’Ufficio Scolastico della Regione di proprio interesse. Adesioni al ricorso aperte fino al 30 giugno.

Marcello Pacifico (ANIEF): “Le numerose modifiche al bando, a partire dall’aumento dei posti disponibili e dalla modifica dello svolgimento delle prove, rendono necessaria la riapertura dei termini a beneficio di chi non ha potuto presentare domanda nel 2020 e vuole farlo adesso. D’altronde lo stesso bando prevede la possibilità di poter partecipare alle prove scritte anche in date non simultanee, ragion per cui in caso di accoglimento del ricorso, il Ministero sarebbe costretto a prevedere ulteriori sessioni dopo quelle previste per la prima settimana di luglio al fine di assegnare 6129 posti, il doppio di quelli originariamente banditi”.

ANIEF avvia il ricorso contro l’esclusione dal concorso per le discipline cosiddette “STEM” (A020, A026, A027, A028 e A041) di chi non ha presentato domanda entro il termine del 31 luglio 2020.

Secondo il sindacato, infatti, le modifiche al bando originale (D.D. 499/2020), ridisegnato e snellito alla luce del Decreto del ministro Brunetta del 1° aprile 2021 e del Decreto legge sostegni bis sono di portata così ampia da rendere indispensabile la riapertura dei termini a beneficio di chi non ha presentato domanda entro i termini originariamente previsti.

“Anche su questo abbiamo presentato – afferma Marcello Pacifico, presidente ANIEF – appositi emendamenti al decreto sostegni bis, ma ancora non siamo stati ascoltati. Resta il fatto che le numerose modifiche al bando, a partire dall’aumento dei posti disponibili, rendono necessaria la riapertura dei termini a beneficio di chi non ha potuto presentare domanda nel 2020 e vuole farlo adesso. Chiederemo ai giudici che gli venga consentito di partecipare”.

ANIEF ha predisposto un apposito modello di domanda cartaceo di ammissione al concorso, che dovrà essere inviato entro il 30 giugno all’Ufficio Scolastico della Regione in cui si vuole concorrere. Il modello può essere scaricato durante la preadesione al ricorso sul Portale ANIEF, aperta sempre fino al 30 giugno. Possono aderire al ricorso gli aspiranti in possesso dei requisiti di ammissione al concorso ordinario per le classi di concorso A020, A026, A027, A028 e A041.

Il sindacato vaglierà anche la congruità e l’esattezza dei test predisposti visto che in passato spesso si sono rivelati europei o forviant, al fine del superamento della soglia di 70/100 utile per poter accedere agli orali. Anche su tale limite, l’ufficio legale sta studiando la possibilità di abbassare la soglia alla sufficienza (60/100) così come chiesto alla V Commissione e allo stesso tavolo sul reclutamento.

Il sindacato in collaborazione con Eurosofia ha predisposto un corso intensivo di preparazione al concorso per tutti i candidati alla luce delle novità introdotte nello svolgimento delle prove scritte e degli orali. Per informazioni, vai al seguente link

Vai alla pagina di adesione al ricorso ammissione concorso STEM e ricordati di compilar e inviare la domanda cartacea conservandone copia.

Preparati con Eurosofia

Stampa