Concorso Stem 2021, prova orale: conduzione delle prove, pulizia e disinfezioni dei locali. Tutte le indicazioni [GUIDA]

WhatsApp
Telegram

Linee guida per lo svolgimento in sicurezza delle prove concorsuali pratiche e orali del concorso STEM 2021 in ottemperanza al decreto legge n.73 del 25 maggio 2021.

Concorso docenti discipline scientifiche STEM, prova orale anche ad agosto. Convocazione almeno 20 giorni prima

INDICAZIONI

Concorso Stem 2021, i risultati: ecco ammessi all’orale, calendari prove, griglie di valutazione

Requisiti dell’area e delle aule concorsuali

Facendo riferimento al Piano operativo per lo svolgimento delle prove concorsuali in attuazione dell’art. 59, comma 20, del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73 pubblicato da questo Ufficio (prot. n. 11274 del 22/6/2021), si ricorda che lo spazio complessivo dove si trovano i locali destinati allo svolgimento delle prove (area concorsuale), deve disporre dei seguenti requisiti:

• superficie interna tale da garantite il distanziamento di almeno un metro tra canditati, membri della commissione ed in generale tra tutte le figure presenti;
• adeguata areazione naturale;
• disponibilità di un locale autonomo e isolato, ubicato prima dell’accesso alle aule concorsuali, dove poter accogliere e isolare gli eventuali soggetti con sintomi insorti durante la prova (locale d’isolamento).

Gli ambienti adibiti allo svolgimento delle prove, aventi dimensioni adeguate e caratteristiche di autonomia funzionale (aule concorsuali), vanno organizzati con un adeguato setting, considerando in particolare, per le prove orali, i seguenti aspetti:

• postazioni dei componenti della commissione distanziate di almeno 1 metro l’una dall’altra;
• postazione del candidato distanziata di almeno 2 metri da ogni altra postazione (per consentirgli, in condizioni statiche, di abbassare la mascherina durante la prova);
• se mobili, posizione segnalata a pavimento di tutte le postazioni, onde evitare il loro spostamento;
• adeguati spazi per le attrezzature di supporto all’attività della commissione (armadi, pc, stampante, ecc.);
• possibilità per tutti i componenti della commissione di guardare direttamente verso il candidato e seguire la sua esposizione;
• adeguati spazi sgombri da ostacoli, per il movimento delle persone per raggiungere la loro postazione e per uscirne senza difficoltà.

Per le prove pratiche realizzate in laboratorio o in aula, vanno tenute presenti invece le seguenti indicazioni:

• postazioni operative dei candidati posizionate a una distanza di almeno un metro l’una dall’altra, in tutte le direzioni, con disposizione “a scacchiera”; va stabilito dunque in maniera preventiva il numero massimo di candidati che possono sostenere la prova contemporaneamente;

• nel caso siano mobili (banchi) oppure non rigidamente definite (banconi da laboratorio), le singole postazioni vanno segnalate e/o circoscritte, onde evitare il loro spostamento o il rischio di avvicinamento dei candidati a meno di 1 metro durante l’esecuzione della prova.

Inoltre, è importante ricordare che nelle aule e nei laboratori utilizzati per le prove:

• deve essere garantito un elevato livello di aerazione naturale, attraverso l’apertura costante (o il più possibile prolungata) di porte e finestre;
• se dotati di un impianto aeraulico di condizionamento, questo deve operare senza ricircolo di aria, oppure, se ciò non è possibile, deve essere mantenuto spento

Conduzione delle prove

Durante i lavori della commissione, è bene che i suoi componenti si disinfettino frequentemente le mani con il gel contenuto negli appositi dispenser, messi a disposizione dalla sede scolastica ospitante. Il passaggio di materiali cartacei tra commissari e candidato è consentito solo previa disinfezione delle mani da parte di chi li maneggia. Si precisa che i candidati possono abbassare la mascherina solamente durante la prova orale, se loro stessi e tutti i componenti della commissione restano costantemente in condizioni statiche e di adeguato distanziamento. Qualora, durante la prova, un candidato manifestasse o dichiarasse sintomatologia riconducibile al COVID-19, deve essere invitato a sospenderla e a recarsi nel locale individuato per l’isolamento dei casi sospetti.

Pulizia e disinfezione degli ambienti destinati alle prove concorsuali

L’Istituto ospitante deve garantire la pulizia e la disinfezione quotidiana di tutti gli ambienti afferenti all’area concorsuale, con particolare riguardo ai laboratori eventualmente utilizzati per le prove pratiche e ai servizi igienici messi a disposizione dei componenti della commissione e dei candidati. Al termine di ogni prova orale, inoltre, si ritiene indispensabile realizzare una veloce disinfezione delle superfici toccate dal candidato.

Per tali operazioni si ricorda che:
• la pulizia dei pavimenti può essere effettuata con i normali prodotti in uso e la successiva disinfezione con ipoclorito di sodio in concentrazione allo 0,1%;
• la pulizia dei piani di lavoro e delle superfici in genere può essere effettuata con i normali prodotti in uso e la successiva disinfezione con prodotti a base di etanolo almeno al 70% di concentrazione;
• sempre con prodotti a base di etanolo almeno al 70% di concentrazione è possibile disinfettare anche tastiere di pc, maniglie di porte e finestre, superfici e rubinetteria dei servizi igienici ed ogni altra superficie che può venire toccata in modo promiscuo.

Immissioni in ruolo 2021 docenti classi di concorso STEM: quante, distribuzione per regione, quando. TUTTE LE INFO

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur