Concorso specifico docenti sostegno per il momento non ci sarà. L’emendamento 4.0.100 non passa

di Anselmo Penna
ipsef

item-thumbnail

Per far fronte alla carenza di docenti, in VII Commissione cultura al Senato, in occasione della trasformazione del Decreto scuola in legge, la relatrice ha presentato un emendamento che prevedeva l’avvio di un concorso a cattedra per il sostegno.

L’emendamento 4.0.100 sebbene risulti approvato in  VII commissione cultura al Senato, non ha passato il vaglio della Commissione Bilancio che l’ha bocciato.

Cosa prevedeva

Una procedura concorsuale per titoli ed esame orale, su base regionale, finalizzate all’accesso in ruolo su posto di sostegno dei soggetti in possesso del relativo titolo di specializzazione conseguito in Italia ai sensi della normativa vigente.

Al termine delle procedure concorsuali, i candidati sarebbero stati graduati sulla base della valutazione dei titoli e di una prova orale selettiva, superata dai candidati che avrebbero conseguito il punteggio minimo di sette decimi o equivalente, avente per oggetto i programmi vigenti dei corrispondenti concorsi ordinari per titoli ed esami.

Alle predette procedure avrebbero potuto presentare domanda di partecipazione i soggetti che non risultano già collocati, per i posti di sostegno, in graduatorie preordinate alle immissioni in ruolo.

Secondo quanto risulta alla nostra redazione, un testo simile se non identico sarà presentato in occasione della conversione in legge del Decreto Rilancio.

Ecco il testo bocciato

Versione stampabile