Concorso secondaria I e II grado, decreto in autunno o inverno

Non sarà in estate, il bando per il concorso per diventare docenti di scuola secondaria di I o II grado slitta. Non più in estate come annunciato inizialmente.

Perché lo slittamento

Il concorso slitterà a seguito degli accordi tra Ministero e Sindacati relativamente alla questione dei docenti con 36 mesi di servizio per i quali si dovrà bandire un PAS per l’abilitazione e un concorso ordinario.

A breve, come anticipato da Bussetti, ci sarà un decreto ad hoc per l’avvio dei PAS, quindi si dovranno rivedere le tempistiche per i concorsi.

Tempi per i concorsi

come anticipato alla nostra testata con una intervista, il Ministro ha intenzione di avviere tra l’estate e fine 2019 ben 4 concorsi.

un concorso straordinario da 24 mila posti circa per chi ha già tre anni di insegnamento nella scuola statale.

concorsi ordinari: 17.000 posti nell’Infanzia e nella Primaria, più di 24.000 posti nella Secondaria. Il concorso per 17.000 posti sarà bandito entro l’estate. I concorsi per la secondaria, ordinario e straordinario, arriveranno entro la fine del 2019.

Iscriviti alla nostra community sui concorsi

Concorso scuola secondaria: a quante procedure si può partecipare

L’articolo 3, comma 5, del D.lgs. 59/2017, novellato dalla legge di bilancio 2019, prevede che ciascun candidato può partecipare al concorso, in una sola regione per:  una sola classe di concorso della scuola secondaria di primo grado; una sola classe di concorso della scuola secondaria di secondo grado; i posti di sostegno.

Alla luce del dettato normativo, un candidato può partecipare al massimo alle seguenti procedure:

  1. per la scuola secondaria di primo grado (per una sola CdC);
  2. per la scuola secondaria di secondo grado (per una sola CdC);
  3. per i posti di sostegno della scuola secondaria di primo grado;
  4. per i posti di sostegno della scuola secondaria di secondo grado.

Corso di preparazione al concorso secondaria di I e II grado

Concorso scuola secondaria: requisiti

Per accedere ai posti comuni (le classi di concorso a cui dà accesso la propria laurea) bisogna essere in possesso di uno dei seguenti titoli:

  • abilitazione specifica sulla classe di concorso oppure
  • laurea (magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso) e 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche. Controlla classi di concorso a cui puoi accedere con la tua laurea  oppure
  • abilitazione per altra classe di concorso o per altro grado di istruzione, fermo restando il possesso del titolo di accesso alla classe di concorso ai sensi della normativa vigente oppure
  • laurea più tre annualità di servizio (anche non continuativo, su posto comune o di sostegno, nel corso degli otto anni scolastici precedenti, entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione. Tale requisito è previsto soltanto in prima applicazione; gli aspiranti che ne sono in possesso potranno partecipare al concorso per una delle classi per le quali hanno un anno di servizio).

Per i posti di insegnante tecnico-pratico (ITP) il requisito richiesto sino al 2024/25 è:

  • il diploma di accesso alla classe della scuola secondaria superiore (tabella B del DPR 19/2016 modificato dal Decreto n. 259/2017).

Per i posti di sostegno: 

Requisiti già indicati per i posti comuni oppure quelli per i posti di ITP più il titolo di specializzazione su sostegno.

N.B. Tali indicazioni dovranno trovare l’equilibrio con i nuovi percorsi selettivi abilitanti per i precari con 36 mesi di servizio, di cui all’intesa del 23 aprile (ad es. la suddivisione dei posti).

Corso di preparazione al concorso secondaria di I e II grado

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia