Concorso scuola secondaria: chi supera prove ottiene abilitazione. I requisiti

Stampa

Il concorso per la scuola secondaria di primo e secondo è atteso non solo dagli aspiranti docenti ma anche dagli insegnanti di ruolo che intendono ottenere l’assunzione in una regione diversa da quella di titolarità, che intendono concorrere per un altro grado di istruzione o che intendono conseguire una nuova abilitazione.

Concorso docenti secondaria: è abilitante

Il nuovo concorso per la scuola secondaria, secondo quanto previsto dal D.lgs. 59/2017 come modificato dalla legge di bilancio, prevede la formazione di una graduatoria di merito regionale, nella quale entreranno a far parte soltanto i vincitori, ossia i docenti rientranti nel numero dei posti banditi.

Chi non entrerà nelle graduatorie di merito non potrà aspirare ad una cattedra dal concorso, in quanto non sono previsti idonei (ossia candidati che hanno superato le prove, non rientrano nei posti a disposizione, ma possono essere chiamati per scorrimento, se ci sono posti, come nel concorso 2016). Tuttavia, chi non entrerà nelle graduatorie di merito ma supererà le prove, conseguirà l’abilitazione. Così dispone l’articolo 5, comma 6, del D.Lgs. n. 59/2017:

6. Il superamento di tutte le prove concorsuali, attraverso il conseguimento dei punteggi minimi di cui all’articolo 6, costituisce abilitazione all’insegnamento per le medesime classi di concorso.

Concorso docenti secondaria: requisiti

Al prossimo concorso possono partecipare:

per i posti comuni (le classi di concorso a cui dà accesso la propria laurea) gli aspiranti in possesso di uno dei seguenti titoli:

  • abilitazione specifica sulla classe di concorso
  • laurea (magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso) e 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche. Controlla classi di concorso a cui puoi accedere con la tua laurea
  • abilitazione per altra classe di concorso o per altro grado di istruzione, fermo restando il possesso del titolo di accesso alla classe di concorso ai sensi della normativa vigente

Gli ITP  (Insegnanti Tecnico Pratici, tabella B del DPR 19/2016 modificato dal Decreto n. 259/2017) partecipano con il solo diploma di accesso alla classe della scuola secondaria di secondo grado.

Per i posti di sostegno si deve essere in possesso dei requisiti già indicati per i posti comuni oppure quelli per i posti di ITP più il titolo di specializzazione su sostegno.

Docenti con tre annualità di servizio

I docenti con tre annualità di servizio (anche non continuativo, su posto comune o di sostegno, nel corso degli otto anni scolastici precedenti, entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione) potranno partecipare al concorso con la sola laurea, senza quindi i 24 CFU per una delle classi per le quali hanno un anno di servizio. Tale beneficio, come la riserva del 10% di posti, è previsto soltanto “in prima applicazione”, cioè per il primo dei concorsi che saranno banditi ogni due anni.

Tutte le info sul concorso scuola secondaria 2019

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur