Concorso scuola secondaria 2023: un requisito di accesso è laurea + 24 CFU entro 31 ottobre 2022. Cosa si indica nella domanda

WhatsApp
Telegram

Concorso scuola secondaria, il primo bando della fase straordinaria PNRR è stato pubblicato oggi sul Portale Unico del Reclutamento. Se in possesso di uno dei requisiti di accesso, sarà possibile presentare la domanda entro il prossimo 9 gennaio ore 23:59.

Cosa bisognerà indicare nella domanda

Innanzitutto il titolo di accesso, che potrà essere  (è sufficiente un requisito)

  • laurea coerente con la classe di concorso oggetto del concorso + abilitazione per la specifica classe di concorso oppure
  • laurea coerente con la classe di concorso + tre anni di servizio negli ultimi cinque, entro il termine di presentazione della domanda, svolti presso le scuole statali, anche non continuativi, di cui almeno uno specifico oppure
  • laurea coerente con la classe di concorso oggetto del concorso + 24 CFU conseguiti entro il 31 ottobre 2022

Gli ITP (tabella B del DPR 19/2016) possono accedere con

  • abilitazione oppure
  • diploma di accesso alla classe di concorso (il requisito sarà in vigore fino al 31 dicembre 2024).

Per i posti di sostegno 

titolo di accesso alla classe di concorso + diploma di specializzazione conseguito ai sensi del DM n. 249/2010 per il grado richiesto (il titolo deve essere in possesso entro la scadenza per la presentazione della domanda; è previsto l’inserimento con riserva per chi ha conseguito il titolo estero ed entro la data di scadenza del bando ha presentato anche la domanda di riconoscimento).

BANDO

Il PDF con il numero di posti a bando per classe di concorso e regione. Siamo in attesa di eventuale integrazione

Vuoi prepararti con noi? 

La nostra offerta formativa

Come si compila la domanda

Le guide del Ministero

Se si accede con laurea + 24 CFU entro il 31 ottobre 2022

Quando si dice “laurea + 24 CFU” ci sono due aspetti da considerare

  • la laurea dovrà rispondere ai requisiti richiesti dal Ministero per l’accesso alla classe di concorso, sulla base del DPR 19/2016 e DM 259/2017. Quindi se ci sono CFU da recuperare/integrare, va fatto entro la data di scadenza per la presentazione della domanda. Il controllo sui titoli potrebbe essere svolto infatti solo a conclusione del percorso, ma l’esclusione dal concorso può avvenire in qualsiasi momento. Controlla se ci sono CFU da recuperare attraverso la pagina del Ministero

Nella domanda infatti il Ministero richiederà al candidato di sottoscrivere la seguente dichiarazione ” Il titolo di studio indicato costituisce titolo di accesso alla classe di concorso richiesta, in quanto conseguito secondo le indicazioni presenti nel DPR 19/2016 e successive modificazioni e integrazioni”

quindi vi è una precisazione assunzione di responsabilità circa il titolo di accesso.

  • i 24 CFU, per l’accesso al primo dei concorsi previsti, devono essere stati conseguiti entro il 31 ottobre 2022. Il conseguimento non è da considerare in astratto, ma deve essere supportato da apposita certificazione prodotta dall’Università.

ATTENZIONE: i 24 CFU devono essere conseguiti entro il 31 ottobre 2022, infatti il Ministero richiede di sottoscrivere la seguente dichiarazione come assunzione di responsabilità.

Dichiaro di aver conseguito i 24 CFU o CFA acquisiti [….] Dichiaro che i 24 CFU/CFA sono stati conseguiti entro il 31 ottobre 2022.

La certificazione invece può anche essere successiva, purché entro la data di scadenza per la presentazione della domanda, il 9 gennaio ore 23:59.

Infatti nel riquadro sottostante viene richiesto al candidato di inserire la data dei riconoscimento del CFU e l’ATENEO che li ha riconosciuti.

La domanda del concorso sarà una autocertificazione, non andranno allegati i documenti di laurea e 24 CFU.

Il voto del titolo di laurea

Per quanto riguarda la votazione, il candidato potrà scegliere in alternativa:

  • di indicare il voto conseguito, riportando nel primo campo la parte intera del voto e nel secondo campo l’eventuale parte decimale (se il voto è intero, riportare 0 nella parte decimale).
    Il candidato dovrà indicare anche la base della votazione. Es. 100/110: nel primo campo va riportato il valore 100, nel
    secondo campo il valore 0 e nella base il valore 110;
  •  di selezionare la dichiarazione “Dichiaro che nel titolo non è indicato il punteggio ovvero il giudizio non è quantificabile in termini numerici, pertanto, chiedo di avvalermi del punteggio di 3.75 come indicato nell’Allegato B del bando”, qualora nel titolo non sia indicato il punteggio ovvero il giudizio finale non sia quantificabile in termini numerici.

N.B. Per quanto riguarda il titolo di studio, i campi da completare in caso di titolo conseguito all’estero vengono mostrati solamente se come luogo di conseguimento l’utente abbia selezionato l’opzione “Altra università/istituzione scolastica (italiana o estera)”.

Per il titolo conseguito all’estero il candidato dovrà indicare in alternativa:

  • gli estremi del riconoscimento del titolo, se già riconosciuto;
  • la data in cui è stata inoltrata richiesta di riconoscimento, se non ancora riconosciuto (si ricorda che in questo caso la
    partecipazione è con riserva)

Per aiutarvi a compilare la domanda abbiamo predisposto un VIDEO TUTORIAL con tutte le informazioni.

VIDEO TUTORIAL | Concorso scuola 2023, come fare la domanda: tutti i passaggi spiegati passo dopo passo

Hai ancora dubbi? 

Puoi scrivere alla mail [email protected] (non è assicurata risposta individuale, ma la trattazione di tematiche generali).

Vuoi prepararti con noi? 

La nostra offerta formativa

Le altre dichiarazioni nella domanda

a) cognome e nome;

b) data, luogo di nascita, residenza e codice fiscale;

c) il possesso della cittadinanza italiana  […]

d) il godimento dei diritti civili e politici […]

e) […] posizione regolare nei riguardi del servizio di leva;

f) il comune nelle cui liste elettorali è iscritto ovvero i motivi della mancata iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

g) di essere fisicamente idoneo allo svolgimento delle funzioni proprie del docente;

h) di non avere riportato condanne penali o provvedimenti equiparati o sentenze di patteggiamento (in caso positivo, dovrà specificare quali);

i) di non avere in corso procedimenti penali o procedimenti amministrativi per l’applicazione di misure di sicurezza o di prevenzione (in caso positivo, dovrà specificare quali);

j) di non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso una pubblica amministrazione  […]

k) il possesso dei titoli […] che, a parità di merito o a parità di merito e titoli, danno luogo a preferenza. I titoli devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda;

l) l’indirizzo, comprensivo di codice di avviamento postale, il numero telefonico, nonché il recapito di posta elettronica ordinaria e/o certificata presso cui chiede di ricevere le comunicazioni relative al concorso. Il candidato si impegna a far conoscere tempestivamente ogni eventuale variazione dei dati sopra richiamati contattando l’USR responsabile della procedura concorsuale;

m) se abbia l’esigenza, ai sensi della normativa vigente, di essere assistito/a durante la prova, indicando in caso affermativo l’ausilio necessario e la necessità di eventuali tempi aggiuntivi. [….]

n) i titoli di accesso posseduti […]

o) i titoli valutabili […]

p) l’eventuale diritto alle riserve previste dalla vigente normativa [….]

q) di aver preso visione dell’informativa sul trattamento dei dati personali [….]

r) di avere effettuato il versamento del contributo previsto per la partecipazione al concorso e reso tutte le dichiarazioni previste dal presente decreto.

Il contributo di segreteria

Sarà di 10 euro per ogni procedura alla quale si chiede di partecipare: max una classe di concorso della secondaria di primo grado + max una classe di concorso della secondaria di II grado + le procedure di sostegno, se in possesso di ciascun titolo richiesto.

Le risposte ai quesiti

È possibile inviare un quesito all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

Tutte le info sul concorso secondaria 2023: dal titolo di accesso, alle prove, ai titoli, alle graduatorie

Concorso secondaria, domande dall’11 dicembre al 9 gennaio. Requisiti per partecipare e prove. Con VIDEO TUTORIAL

Concorso docenti infanzia e primaria, ecco il BANDO: domande dall’11 dicembre al 9 gennaio. Chi può partecipare e come si svolgeranno le prove

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri