Concorso scuola secondaria 2019, abilitazione per chi supera le prove

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Come si ottiene  l’abilitazione all’insegnamento? Qual è il percorso che i docenti devono affrontare per poter avere il titolo utile all’inserimento nella II fascia delle graduatorie di istituto. 

Il corso di sostegno non è un’abilitazione, ma una specializzazione

Abbiamo già avuto modo di chiarire che il titolo rilasciato a conclusione del corso sostegno attivato con dm n. 92 dell’08 febbraio 2019 e dm 21 febbraio 2019 modificato dal dm 27 febbraio 2019, non rilascerà l’abilitazione disciplinare ma la specializzazione per l’insegnamento con titolo su posto di sostegno, nonché il titolo per partecipare al concorso su posto di sostegno. 

La specializzazione sostegno non permetterà dunque il passaggio del docente dalla III alla II fascia delle graduatorie di istituto.

Specializzazione sostegno: non è abilitazione, non dà passaggio in II fascia

L’abilitazione all’insegnamento si ottiene con il concorso a cattedra

Secondo le disposizioni contenute nel D. Lvo n. 59/2019 così come modificato dalla Legge di Bilancio 2019, l’abilitazione all’insegnamento per la scuola secondaria si ottiene attraverso il superamento delle prove del concorso a cattedra. 

Il nuovo concorso per la scuola secondaria – che dovrebbe essere bandito entro il 2019 – prevede infatti la formazione di una graduatoria di merito regionale, della quale entreranno a far parte i candidati che avranno raggiunto un punteggio (fra prove e titoli) che li posiziona nel numero dei posti banditi.

Chi non entrerà nelle graduatorie di merito non potrà aspirare ad una cattedra dal concorso, in quanto non sono previsti idonei (ossia candidati che hanno superato le prove, non rientrano nei posti a disposizione, ma possono essere chiamati per scorrimento, se ci sono posti, come nel concorso 2016).

E tuttavia, anche chi non entra nelle graduatorie di merito pur avendo superato le prove, otterrà un buon vantaggio dall’aver superato le prove del concorso: l’abilitazione.

Afferma infatti il D.Lo n. 59/2017 afferma all’art. 5 comma 6

6. Il superamento di tutte le prove concorsuali, attraverso il conseguimento dei punteggi minimi di cui all’articolo 6, costituisce abilitazione all’insegnamento per le medesime classi di concorso.

Vantaggi dell’abilitazione

Il docente abilitato può iscriversi nella II fascia delle graduatorie di istituto (aggiornamento previsto nel 2020 per il successivo triennio), può vantare titolo per l’insegnamento nelle scuole paritarie.

Per il ruolo, dovrà però ritentare il prossimo concorso.

Tutte le info sul concorso scuola secondaria 2019

Versione stampabile