Concorso scuola secondaria 2019: bando entro luglio, 50.000 posti in tre anni. I requisiti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

A colloquio con Corrado Zunino nel videoforum di Repubblica, il Ministro Bussetti ha finalmente annunciato la data del concorso 

Confermate le anticipazioni di Orizzonte ScuolaEntro luglio arriverà il bando per le medie e superiori. In autunno inizieranno le prove e porteranno decine di migliaia di docenti in cattedra a partire da settembre 2020. Quanti? In tre anni più di cinquantamila».

Questa dunque la timeline prevista per il concorso:

  • bando a luglio
  • prove nel corso dell’a.s. 2019/20
  • assunzioni da settembre 2020

Bisognerà adesso capire in quali regioni e per quali classi di concorso sarà bandito il concorso.

I requisiti di accesso

(Decreto Legislativo n. 59/2017, come modificato dalla Legge di Bilancio 2019)

Per accedere ai posti comuni (le classi di concorso a cui dà accesso la propria laurea) bisogna essere in possesso di uno dei seguenti titoli:

  • abilitazione specifica sulla classe di concorso oppure
  • laurea (magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso) e 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche. Controlla classi di concorso a cui puoi accedere con la tua laurea

Come acquisire i 24 CFU

  • Per i posti comuni, inoltre, possono partecipare al concorso, senza conseguire i 24 CFU, coloro i quali sono in possesso di abilitazione per altra classe di concorso o per altro grado di istruzione, fermo restando il possesso del titolo di accesso alla classe di concorso ai sensi della normativa vigente

ITP (Insegnanti Tecnico Pratici, tabella B del DPR 19/2016 modificato dal Decreto n. 259/2017)

  • diploma di accesso alla classe della scuola secondaria superiore

Posti di sostegno

Requisiti già indicati per i posti comuni oppure quelli per i posti di ITP più il titolo di specializzazione su sostegno.

Docenti con tre annualità di servizio

I docenti con tre annualità di servizio (anche non continuativo, su posto comune o di sostegno, nel corso degli otto anni scolastici precedenti, entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione) potranno partecipare al concorso con la sola laurea, senza quindi i 24 CFU per una delle classi per le quali hanno un anno di servizio.  Concorso scuola secondaria, precari con 3 anni servizio: no 24 CFU, riserva 10% posti, supervalutazione servizio

Le prove

Si può partecipare a max 4 procedure. Leggi tutto

Titolarità su scuola e blocco di quattro anni

Chi vince il concorso verrà assegnato su scuola e dovrà rimanere 4 anni nella stessa scuola in cui ha svolto l’anno di prova.

Il docente vincitore di concorso, leggiamo nel testo di legge, “è tenuto a rimanere nella predetta istituzione scolastica, nel medesimo tipo di posto e classe di concorso, per almeno altri quattro anni, salvo che in caso di sovrannumero o esubero o di applicazione dell’articolo 33, commi 5 o 6, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, limitatamente a fatti sopravvenuti successivamente al termine di presentazione delle istanze per il relativo concorso”.

Tutte le info sul concorso scuola secondaria 2019

Versione stampabile