Concorso scuola riservato agli abilitati: informazioni e risorse di studio

Stampa

PubbliRedazionale Edises – Firmato il decreto che regola il primo dei tre concorsi scuola previsti nel 2018. È imminente il varo del concorso per il reclutamento di docenti di scuola secondaria riservato a chi è già in possesso di abilitazione. Il decreto che regola la procedura concorsuale è stato firmato dalla Ministra dell’istruzione ed è ora al vaglio della Corte dei Conti. Si tratta del primo dei tre concorsi per docenti annunciati per il 2018 ed è riservato al personale docente in possesso del titolo di abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria.

Scopri di più e scarica qui la bozza di decreto

Possono partecipare a questo concorso i soggetti in possesso del titolo di abilitazione all’insegnamento in una o più classi di concorso della scuola secondaria di primo o di secondo grado conseguito entro il 31 maggio 2017.

Sono ammessi con riserva alla procedura concorsuale per posti di sostegno i docenti abilitati che conseguano il relativo titolo di specializzazione entro il 30 giugno 2018.

I candidati che chiedono di partecipare alle procedure concorsuali per la classe di concorso A23 devono possedere i titoli di specializzazione previsti dal decreto del Ministro n. 92 del 23 febbraio 2016.

Gli insegnanti tecnico-pratici possono partecipare al concorso per posti comuni purché siano iscritti nelle graduatorie ad esaurimento oppure nella seconda fascia di quelle di istituto, alla data del 31 maggio 2017.

A seguito della sentenza della Corte costituzionale n. 251 del 2017, al concorso possono partecipare anche gli insegnanti già assunti con contratto a tempo indeterminato nelle scuole statali.

Non è richiesto il possesso dei 24 CFU (Crediti Formativi Universitari) nei settori formativi antropo-psico-pedagogici.

I candidati possono presentare istanza di partecipazione, a pena di esclusione, in un’unica regione per tutte le classi di concorso o tipologie di posto per le quali posseggano i requisiti.

Il concorso riservato agli abilitati si articola in una prova orale e nella successiva valutazione dei titoli.

La prova orale, di natura didattico-metodologica, consiste in una lezione simulata e nell’esplicitazione delle scelte didattiche e metodologiche in relazione ai contenuti disciplinari e al contesto scolastico indicati dalla commissione.

Per una preparazione efficace sfoglia il volume Lezioni efficaci nella scuola secondaria di I e II grado

Nel corso della prova è anche verificata la conoscenza della lingua straniera scelta dal candidato, fra francese, inglese, spagnolo e tedesco (massimo 3 punti sul totale dei 40 complessivi di valutazione dell’orale) e le competenze nell’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione o nelle tecnologie normalmente in uso presso le istituzioni scolastiche (massimo, 3 punti).

Per conoscere il programma leggi l’approfondimento.

Per lo studio e il ripasso dei programmi delle diverse classi di concorso della scuola secondaria di primo e secondo grado, consulta il catalogo Edises: la scelta più ampia di manuali disciplinari per un ripasso sintetico ma efficace.

Stampa