Concorso scuola, penalizzati anche i docenti di Strumento musicale, On. Ciracì interroga il Ministro Giannini

Stampa

di Agata Scarafilo – Dopo l'interrogazione sugli abilitati TFA, l'onorevole Nicola Ciracì (CoR, promotore dell'intergruppo parlamentare TFA e presidente del Conservatorio Tito Schipa di Lecce) ne ha rivolto un'altra, sempre a risposta scritta, al Ministro dell'Istruzione Stefania Giannini.

di Agata Scarafilo – Dopo l'interrogazione sugli abilitati TFA, l'onorevole Nicola Ciracì (CoR, promotore dell'intergruppo parlamentare TFA e presidente del Conservatorio Tito Schipa di Lecce) ne ha rivolto un'altra, sempre a risposta scritta, al Ministro dell'Istruzione Stefania Giannini.

Questa volta l'interesse è per i docenti di “Strumento musicale” nella Scuola Secondaria di Primo Grado (ex SMS). Infatti, l'on. Ciracì ritiene che ad essere stati penalizzati dal nuovo concorso scuola sarebbero, nello specifico, anche i docenti abilitati nella classe di concorso A056 (ex A077).

«Dopo aver svolto prove selettive analoghe a quelle svolte dagli altri colleghi TFA – sostiene Ciracì – i docenti di “Strumento musicale” si sono formati attraverso un percorso triennale articolato in un biennio a indirizzo didattico e in un successivo anno di Tirocinio formativo attivo e il tutto nonostante fossero già in possesso di un diploma vecchio ordinamento, titolo a tutti gli effetti equipollente a qualsiasi altra laurea magistrale. Tuttavia, nel 2013 si sono poi visti affiancati dagli abilitati tramite i PAS (Percorsi abilitanti speciali), che hanno alterato il fabbisogno regionale per l'accesso all'insegnamento».

Ciracì sostiene che ci si trova dinanzi a un'ingiustizia in quanto docenti in possesso di curricula frutto di un percorso di studi persino più difficoltoso e lungo non sono stati “premiati” rispetto a colleghi più fortunati che hanno potuto sfruttare canali preferenziali, per quanto legittimi.

In conclusione, alla luce di queste semplici considerazioni, il deputato ha chiesto al Ministro dell'Istruzione Giannini se e come intenda intervenire sulla materia e se non ritenga opportuno istituire un doppio canale. Insomma, una modalità diversa per ottenere il fatidico ruolo e che riconosca il giusto valore ai sacrifici fatti (dispiego di energie intellettuali, fisiche e anche economiche) da centinaia di giovani, docenti o aspiranti tali, abilitati negli anni accademici 2014/2015 e 2015/2016 nella classe di concorso A077.

"Il TFA non è servito a nulla? Sviliti i docenti abilitati", On Ciraci interroga Ministro Giannini

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur