Concorso scuola: oltre la truffa la beffa, docenti specializzandi sul sostegno esclusi dal concorso. Lettera

Il MIUR continua a truffare migliaia di docenti abilitati e quelli con numerosi anni di servizio, rifiutandosi di rispettare la sentenza della Corte di Giustizia Europea contro la reiterazione dei contratti.

Il MIUR continua a truffare migliaia di docenti abilitati e quelli con numerosi anni di servizio, rifiutandosi di rispettare la sentenza della Corte di Giustizia Europea contro la reiterazione dei contratti.

Nonostante la propaganda delle assunzioni il precariato scolastico continua a rappresentare una grave piaga nel sistema del mondo del lavoro.

Invece di riconoscere i diritti acquisiti e prevedere un regolare e pluriennale piano di stabilizzazione, il MIUR pubblica un bando di concorso, perpetrando un’ingiusta disparità tra i Lavoratori, negando la partecipazione ai docenti non abilitati e agli specializzandi del II ciclo TFA sostegno.

Ricordiamo che gli ultimi corsi di specializzazione voluti dal MIUR risalgono all’anno accademico 2014-2015; il ritardo del loro svolgimento è imputabile esclusivamente all’incompetenza organizzativa del Ministero.

A questi docenti, a pochi mesi dal conseguimento della specializzazione, viene negato il riconoscimento di un titolo, privo in futuro di qualsiasi valore, mentre agli alunni con disabilità viene precluso il diritto a ricevere un’istruzione di qualità basata sulla continuità.

Anche per questo motivo il 18 marzo 2016 scenderemo in piazza, insieme agli altri lavoratori, per rivendicare pari diritti per tutti.

Inoltre garantiamo sostegno legale ai docenti non abilitati ed agli specializzandi.

Coordinamento Lavoratori della scuola “3 ottobre”

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia