Concorso scuola, Fratelli d’Italia all’attacco: è un flop, quiz mal posti e sbagliati. Procedura falsata, da annullare”

WhatsApp
Telegram

“Se l’errore è umano, il perdurare di esso, l’ambiguità di non riconoscerlo, è davvero inammissibile. Si parla del flop della procedura di reclutamento personale docente con quiz a crocette, che sostituisce la normale procedura ordinaria per la scuola secondaria. Quiz con quesiti di svolgimento totalmente fuori da ogni logica di selezione”.

Lo dichiarano Ella Bucalo e Paola Frassinetti, deputati di Fratelli d’Italia e rispettivamente responsabile Scuola e del dipartimento Istruzione

“Ai partecipanti, quando è andata bene, sono state poste domande mortificanti perché non pertinenti ad una valutazione totalizzante del candidato, utile a determinare la interezza sì delle sue componenti nozionistiche, ma anche della sua preparazione e della sua specifica competenza. Innumerevoli gli esempi di quiz mal posti, fuori programma, erronei, o anche solo ambigui, formulati, parrebbe, con l’obiettivo di decimare in qualche modo la platea dei concorrenti più che di selezionare i migliori”.

“Una delle domande – continuano gli esponenti di Fdi – riguardava un quesito matematico, basato su un ‘parallelogramma esagonale’, figura geometrica inesistente. Ebbene, accortisi dei vari errori, dal governo non hanno annullato la prova, ma hanno deciso di rivalutare la graduatoria. Inconcepibile. Per questo motivo presenteremo un’interrogazione relativa alla necessità che il concorso venga annullato. Per ridare dignità e tutela ai partecipanti. Con la sola correzione dei punteggi, infatti, il concorso è falsato. Inoltre chiederemo che nella fase transitoria non venga riproposto questo sistema fallimentare. Non è il modo giusto per valutare il merito di tanti Docenti e soprattutto non è il modo giusto per tutelare un precariato sempre più abbandonato a se stesso”.

WhatsApp
Telegram

Eurosofia e Udir presentano l’evento formativo “PNRR, Start-up per dirigenti scolastici – Attuazione delle linee di investimento”. Roma 25 agosto 2022