Concorso scuola, ecco come cambiano le prove con il Decreto Pa bis

WhatsApp
Telegram

Il Decreto Legge 75, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 22 giugno 2023, introduce riforme significative per l’organizzazione delle amministrazioni pubbliche. Questo decreto, noto come decreto PA bis, modifica la struttura dei concorsi scuola. 

Vengono introdotte quattro modalità di accesso ai concorsi. La prima riguarda l’acquisizione di una abilitazione tramite un percorso formativo di 60 CFU, seguito dal superamento del concorso.  La seconda opzione, valida solo fino al 31 dicembre 2024, è dedicata a coloro che hanno già acquisito 30 CFU ma non hanno ancora ottenuto l’abilitazione. La terza strada è destinata ai lavoratori precari con 3 annualità di servizio negli ultimi 5 anni scolastici. Infine, fino alla fine del 2024, i docenti con 24 CFU (ottenuti entro il 31 ottobre 2022) possono partecipare al concorso.

Durante l’implementazione del PNRR, il concorso si articolerà in una prova scritta con domande a risposta multipla, verificando le conoscenze e le competenze del candidato in vari ambiti, tra cui pedagogia, psicopedagogia, didattica, informatica e lingua inglese. Dopo il periodo di implementazione del PNRR, sarà possibile scegliere una prova scritta con domande a risposta aperta per accertare le stesse competenze. In questo caso, l’accesso alla prova scritta potrebbe essere riservato a coloro che superano una prova preselettiva.

Per la prova orale, si punterà a verificare le conoscenze e le competenze del candidato nella disciplina della classe di concorso o della tipologia di posto per cui si concorre, così come le competenze didattiche e l’abilità nell’insegnamento.

Le modifiche al formato della prova scritta, attuato durante l’implementazione del PNRR, consentiranno di semplificare la stesura e la correzione dei quesiti. L’uso di strumenti digitali permetterà di determinare automaticamente l’esito e il punteggio relativo.

DECRETO PA_BIS [PDF]

Leggi anche

Cambiano prove orali e scritte del concorso scuola. Modifiche anche ai 30/60 CFU. Graduatorie ordinario 2020 diventano a esaurimento. Decreto PA Bis pubblicato in Gazzetta Ufficiale

WhatsApp
Telegram

Storia di Giacomo Matteotti che sfidò il fascismo: una grande lezione di educazione civica per tutti. Webinar gratuito