Concorso scuola e graduatorie di istituto, CFU per la classe di concorso possono essere recuperati anche con master

di redazione

item-thumbnail

L’accesso al concorso ordinario scuola secondaria e alle graduatorie di istituto di terza fascia presuppone che la laurea sia idonea all’insegnamento, ossia abbia gli esami o CFU eventualmente richiesti dal Miur per insegnare quella classe di concorso. 

Sia per il concorso ordinario secondaria che per le graduatorie di istituto di terza fascia

Laurea + 24 CFU è requisito di accesso.

I 24 CFU richiesti in aggiunta sono quelli in discipline pedagogiche e metodologie didattiche richiesti dal DM 616/2017 (vedi modalità di conseguimento)

Laurea coerente con le classi di concorso

La laurea deve invece essere “coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso”.

La coerenza è determinata dal piano di studi seguito.

Ci sono infatti alcune lauree che, per essere orientate verso l’insegnamento, hanno la necessità di avere alcuni esami specifici nel piano di studi.

Gli studenti che non hanno sostenuto quegli esami durante la carriera universitaria, per poter accedere alla classe di concorso, devono integrare gli esami o CFU mancanti.

Il DPR 19/2016 e successive modifiche

Il testo da controllare per verificare il proprio piano di studi è il o DPR 19/2016 e DM 259/2017

In essi si trovano quali lauree danno accesso alla singola classe di concorso e quali requisiti sono richiesti.

Come recuperare CFU mancanti

Le indicazioni del Miur

  1. In base all’art.5 del DM 259/2017 sono fatti salvi, ai fini dell’accesso alle classi di concorso, i requisiti previsti dalla precedente normativa (DD.MM. n. 39 del 30 gennaio 1998n. 22 del 9 febbraio 2005,  per A077 DM n. 201 del 6 agosto 1999) se conseguiti entro la data del 23 febbraio 2016 per il DPR19/2016 e del 9 maggio 2017 per il DM 259/2017.
  2. Gli esami o CFU richiesti dal DPR 19/2016 possono essere conseguiti durante i corsi di laurea (triennale, specialistica, magistrale), i corsi post-lauream (scuole di specializzazione, master universitari etc.) e corsi singoli universitari.
  3. I laureati di Vecchio Ordinamento, che devono integrare il loro piano di studi, dovranno sostenere per ciascuna annualità richiesta esami di nuovo ordinamento da 12 CFU,  con stessa o simile denominazione e nei corrispondenti SSD-Settori Scientifico Disciplinari previsti per le lauree di Nuovo ordinamento (SSD – Settori Scientifico Disciplinari).
  4. Nelle note della Tab. A relative alle lauree di Nuovo ordinamento viene indicato prima il numero totale di CFU da conseguire  e tutti i SSD utili all’accesso, poi il requisito minimo di CFU per ciascun SSD o gruppo di SSD. Nel caso in cui sia previsto un  requisito minimo di CFU per un gruppo di SSD (separati da virgola, “e”, “o”) è possibile qualunque ripartizione fra tutti i SSD elencati nel gruppo purché la somma complessiva dei crediti non sia inferiore al totale. Tali crediti possono quindi essere conseguiti, senza limitazioni o vincoli numerici, in uno solo dei settori o parte nell’uno e parte nell’altro.

Esempio:

Codice Classe di concorso Denominazione Titoli di accesso NOTE
A-54
ex 61/A
Storia dell’arte LS 4-Architettura e ingegneria edile (5) (5) Con almeno 24 crediti nei settori scientifico disciplinari L-ART e ICAR di cui 12 in LART/01 o 02, 12 in L-ART/01 o 02 o 03 o 04 e ICAR/13 o 18 o 19
Con LS-4 si può accedere alla classe A-54 in uno dei seguenti modi:
a) un totale di 12 CFU conseguiti in uno o più dei SSD LART/01 e LART/02
+ un totale di 12 CFU conseguiti in uno o più dei SSD L-ART/01, L-ART/02, L-ART/03, L-ART/04, ICAR/13, ICAR/18, ICAR 19;
b) 24 CFU in LART/01;
c)  24 CFU in LART/02.

N.B.: non è obbligatorio conseguire CFU nel settore ICAR

Eventuali consulenze su concorsi, graduatorie, immissioni in ruolo, possono essere richieste a [email protected]

Versione stampabile
soloformazione