Concorso scuola docenti. TAR: eventuale sessione riservata. Ma responso non arriverà solo il 19 maggio

Stampa

Il  responso atteso per i ricorsi dei docenti che chiedono di essere ammessi al concorso scuola docenti 2016 non arriverà solo il 19 maggio.  Ma c'è un'importante novità in caso di esito favorevole ai ricorrenti. 

Il  responso atteso per i ricorsi dei docenti che chiedono di essere ammessi al concorso scuola docenti 2016 non arriverà solo il 19 maggio.  Ma c'è un'importante novità in caso di esito favorevole ai ricorrenti. 

Il TAR dovrà tenere conto della necessità di bilanciare le necessità di urgenza di richiedenti con l'interesse pubblico al regolare svolgimento del concorso. Serve inoltre – precisa il TAR – una approfondita valutazione delle nuove tematiche sottoposte a giudizio.

E tuttavia il TAR vuole rassicurare i ricorrenti, affermando che saranno tutelati gli interessi dei ricorrenti, anche con soluzioni alternative all'ammissione con riserva. La soluzione sarebbe un eventuale sessione riservata di esame per coloro che otterranno "decisione giudiziale di merito favorevole".

A questo punto quindi le decisioni non potranno arrivare tutte il 19 maggio, come atteso, ma ci saranno tempi più lunghi.

Il fatto che nel frattempo le prove scritte si concluderanno secondo il calendario pubblicato dal Ministero sulla Gazzetta Ufficiale del 12 aprile non significherà di per sè escludere i ricorrenti.

Il TAR però sembra rinviare alla decisione di merito finale l'allestimento di una eventuale sessione riservata, quasi si trattasse di un "concorso a parte". Sui tempi, al momento, non è dato ragionare.

Tutto sul concorso a cattedra

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur