Concorso scuola docenti. In Sicilia “spariti” i codici, si chiede ai candidati di riconoscere il proprio compito. Richiesta annullamento

di redazione
ipsef

Prova computer based? Un fallimento dopo l'altro, sia perchè potrebbe aver inficiato la prova dal punto di vista dei contenuti, sia perchè dal punto di vista tecnico si stanno verificando degli errori macroscopici, come già documentato per Lombardia e Campania.

Prova computer based? Un fallimento dopo l'altro, sia perchè potrebbe aver inficiato la prova dal punto di vista dei contenuti, sia perchè dal punto di vista tecnico si stanno verificando degli errori macroscopici, come già documentato per Lombardia e Campania.

Ma ecco che a questo scenario si aggiunge un altro tassello. La denuncia arriva dal Corriere.it e riguarda la classe di concorso di sostegno per la secondaria di primo grado, la cui prova si è svolta a Palermo nel mese di maggio 2016, in due scuole.

La scorsa settimana, tutti i candidati che hanno svolto la prova in uno dei due istituti sono stati convocati d'urgenza, ma nella mail non era indicato il motivo. A spiegarlo il Corriere.it: "i commissari hanno chiesto loro di riconoscere i propri compiti, perché- dopo la correzione- sono stati «persi» i codici che permettono l'abbinamento del compito al candidato, e quindi nessuno era più in grado di associare il voto al candidato, e di stilare la classifica per l'ammissione agli orali. È successo il finimondo. Anche se la commissione ha presentato una regolare denuncia per furto contro ignoti, moltissimi candidati si sono rifiutati di riconoscere la prova, e hanno chiesto l'annullamento. Altri invece lo hanno fatto, sperando di accelerare la procedura e far andare avanti il concorso."

Cosa accadrà adesso? Dal Miur ancora silenzio, nessuna parola spesa sui numerosi problemi che hanno caratterizzato la procedura.

Tutto sul concorso a cattedra

Versione stampabile
anief
soloformazione