Concorso scuola docenti: il meccanismo di correzione funziona? Annullamento e riconvocazioni poco chiare

di redazione
ipsef

I candidati del concorso scuola docenti 2016 avanzano qualche dubbio sulla procedura formale nella correzione dei compiti. Ciò che è accaduto in Lombardia, in Campania e in Piemonte dà da pensare. Ma per fugare ogni dubbio basterebbe un comunicato per spiegare a quali intoppi si è andati incontro, facendo della trasparenza il leit motiv del concorso. 

I candidati del concorso scuola docenti 2016 avanzano qualche dubbio sulla procedura formale nella correzione dei compiti. Ciò che è accaduto in Lombardia, in Campania e in Piemonte dà da pensare. Ma per fugare ogni dubbio basterebbe un comunicato per spiegare a quali intoppi si è andati incontro, facendo della trasparenza il leit motiv del concorso. 

Alcuni giorni fa avevamo pubblicato il comunicato dell'USR Lombardia nel quale il Direttore Generale, Delia Campanelli, ha smentito la notizia secondo cui l'annullamento della convocazione per la prova orale per classe di concorso A51 era dovuta ad un errore commesso dal Cineca nell'associazione dei codici delle prove scritte ai concorrenti, senza tuttavia fornire alcuna motivazione al riguardo. 

Campania. L'USR Campania ha pubblicato un avviso relativo alla prova pratica per la classe di concorso AJ55 – pianoforte. In detto avviso si comunica che il sorteggio e il conseguente svolgimento della prova pratica, previsti a partire dal 07/07/2016, sono sospesi per sopraggiunti motivi, fino a data da destinarsi.

Piemonte Sostegno scuola secondaria I grado. L'USR ha ripubblicato in data 8 luglio i nominativi di coloro che hanno superato la prova scritta. L'avviso non riporta alcuna motivazione, è solo un nuovo elenco, ma alcuni candidati assicurano sia scaturito da una richiesta di accesso agli atti presentata dai candidati non ammessi, i quali avrebbero ricevuto una prova che non era la loro. Solo sulla nuova mail di convocazione viene riportata una motivazione del tipo: disallineamento tra codice fiscale e codice di controllo.

Come si può avere la certezza che ora gli abbinamenti prove – candidati siano corrette?  Perché gli UU.SS.RR. non forniscono alcuna pubblica spiegazione? L'azione della pubblica amministrazione non dovrebbe fondarsi sulla trasparenza? Perché il Miur, come al solito, tace?

Cero è che il disallineamento sopra citato costituisce un errore non di poco conto, che segnerà senza dubbio il proseguo della procedura concorsuale. Se le situazioni descritte dovessero ripetersi, non sarebbe inopportuno un intervento del Miur, sia per chiarire quanto successo sia per "richiamare" chi di dovere: una procedura concorsuale non può assolutamente essere "macchiata" da errori come quello segnalatoci.

Tutto sul concorso

Versione stampabile
anief
soloformazione