Concorso scuola docenti. Lombardia non ha rettificato elenchi del 28 aprile: perchè?

Stampa

Si fa sempre più fitto il "mistero" legato alla distribuzione dei candidati nelle sedi e nelle aule per lo svolgimento della prova scritta del concorso scuola docenti 2016 a partire dal 28 aprile. Una procedura che, se fosse stato rispettato il bando, era molto semplice, si è rivelata complessa.

Si fa sempre più fitto il "mistero" legato alla distribuzione dei candidati nelle sedi e nelle aule per lo svolgimento della prova scritta del concorso scuola docenti 2016 a partire dal 28 aprile. Una procedura che, se fosse stato rispettato il bando, era molto semplice, si è rivelata complessa.

Il bando – come abbiamo avuto modo di evidenziare – imponeva il rispetto del criterio alfabetico nella distribuzione dei candidati nelle aule e non quello anagrafico scelto dal Miur.

Dopo le polemiche suscitate dalla scelta ministeriali, si è corsi ai ripari, parlando di "errore tecnico". Ma le rettifiche sono state avviate dal 16 aprile, e il bando stesso impone che l'avviso deve essere notificato ai candidati almeno 15 giorni prima.

Ma finora le date delle prove, già pubblicate nella Gazzetta Ufficiale del 12 aprile, rimangono invariate (la richiesta di spostamento in avanti proviene dal M5S e dal sindacato Anief Concorso a cattedra. Anief: rimandare prove scritte a non prima del 12 maggio. Miur cambia orario e sedi, aggirando tempi previsti dal bando).

Inoltre, sul sito del Miur dedicato al concorso, la data di pubblicazione degli elenchi risulta sempre quella del 13 aprile, per cui potrebbe esserci il rischio che non tutti i candidati siano a conoscenza delle rettifiche intervenute nel frattempo.

Ma – ci fanno notare i nostri lettori – c'è di più. L'USR Lombardia infatti ha mantenuto invariato il calendario del 28 aprile, quello in ordine anagrafico, che non rispetta i criteri del bando.

Forse la decisione dell'USR di non modificare le sedi delle prove fissate il 28 aprile è dovuta alla consapevolezza di non rientrare nel termine temporale dei 15 giorni?

Ma se così fosse, allora le Regioni che per le stesse classi di concorso hanno ripubblicato gli elenchi, non spostando la data della prova, starebbero agendo in modo illegittimo.

Intanto in settimana è previsto il parere del Consiglio di Stato sui ricorsi Anief per l'ammissione alle prove dei candidati non in possesso di abilitazione, circostanza che potrebbe ancora modificare l'organizzazione della prova. Concorso a cattedra: arriva parere del Consiglio di Stato su candidati non ammessi. Anief: spostare prova scritta a non prima del 12 maggio

Stampa

Dattilografia + ECDL: 1,60 punti per il personale ATA a soli 160€!