Concorso scuola docenti. Per Filosofia, Storia e Scienze Umane 80% di bocciature, storia di un disastro annunciato

WhatsApp
Telegram

L'ambito AD06 comprende le classi di concorso A18 (Filosofia e scienze umane) e A19 (Filosofia e Storia). Le prove scritte sono risultate subito tra le più difficili proposte dalle commissioni, tanto da provocare anche la reazione da parte di accademici. I risultati sono stati disastrosi: la media nazionale dei candidati bocciati per A18 è dell'88%, per A19 dell'80%.

L'ambito AD06 comprende le classi di concorso A18 (Filosofia e scienze umane) e A19 (Filosofia e Storia). Le prove scritte sono risultate subito tra le più difficili proposte dalle commissioni, tanto da provocare anche la reazione da parte di accademici. I risultati sono stati disastrosi: la media nazionale dei candidati bocciati per A18 è dell'88%, per A19 dell'80%.

Il retroscena. Nel periodo tra la pubblicazione del bando di concorso scuola 2016 (febbraio 2016) e lo svolgimento delle prove scritte i candidati hanno inutilmente attirato l'attenzione di politici e vertici del Ministero lamentando una "discriminazione" nei confronti di altre classi di concorso.

Per l'ambito AD 06 (A18 e A19) è stata prevista infatti una prova scritta comune di Filosofia e una prova scritta aggiuntiva per ciascuna classe dell'ambito: per la A18 una prova di Psicologia, Sociologia, Scienze dell'educazione; per la A19 una prova di Storia. Per ciascuna prova i candidati hanno svolto anche i relativi quesiti di accertamento della lingua inglese a livello B2.

Proteste rimaste inascoltate.

La prova. Le domande di Storia sono state subito giudicate "belle e impossibili". Tracce molto difficili, affascinanti da trattare, ma che non rispondevano per nulla al tempo assegnato per svolgerle. Alcuni concorrenti hanno inoltre immediatamente rilevato incongruenze tra il bando e i quesiti proposti.

Ernesto Galli della Loggia, storico e giornalista italiano è intervenutochiedendo di conoscere i nomi di chi ha elaborato i quesiti di Storia, chiedendosi con non poca ironia se siano stati realizzati da direttori generali, docenti universitari  uscieri .

Griglie di valutazione. La taratura della griglia di valutazione determina l'ammissione o meno alla prova orale. Ne sanno qualcosa i candidati del Veneto che hanno immediatamente contestato la prima griglia pubblicata dalla Commissione. Quest'ultima ha presto atto dei rilievi e modificato la griglia. Concorso scuola docenti: commissione AD06 Veneto modifica griglia valutazione, a che punto è la correzione. La protesta paga

Analoghe proteste ci sono anche per le griglie della Toscana

Qui è possibile visionare le griglie di valutazione adottate in ciascuna regione

I risultati.

La media nazionale di bocciati per la A18 è dell'88%. E condivide questo triste record con la classe affine A 19 (storia e filosofia),che si assesta sull'80% e con la quale condivide la prova di filosofia.

In Sicilia e in Calabria nessuno supera la prova. In Liguria solo un candidato, in Puglia dieci.

Calabria 10 posti, 0 ammessi
Campania 52 posti (compresi Abruzzo, Basilicata, Molise), 41 ammessi
Emilia Romagna 19 posti, 4 ammessi
Lazio 52 posti ( compresi posti Sardegna e Umbria), 9 ammessi
Liguria 15 posti, 1 ammesso
Lombardia 37 posti, 9 ammessi
Marche 18 posti, 8 ammessi
Piemonte 29 posti, 10 ammessi
Puglia 25 posti, 10 ammessi
Toscana 36 posti, 4 ammessi
Veneto 52 posti (compresi Friuli Venezia Giulia), 11 ammessi
Sicilia 25 posti, 0 ammessi

Totale posti a livello nazionale: 369
Posti persi, causa bocciature selvagge: 263
Ammessi all'orale: 106 partecipanti in tutta Italia

Le conseguenze. Si parlerà a lungo di questo concorso, ma la conseguenza più evidente è che sui posti vuoti, nel triennio, occorrerranno ancora i supplenti, quegli stessi docenti oggi ritenuti inidonei ad essere assunti a tempo indeterminato.

Tutto sul concorso a cattedra

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur