Concorso scuola docenti. Dalla tassa dei precari due milioni di euro, ne servono altri tre per pagare i commissari. E se neanche l’aumento bastasse?

Stampa

Ogni candidato al concorso scuola docenti ha pagato 10 euro per partecipare al concorso scuola docenti 2016, ma c'è chi ha fatto un doppio pagamento per partecipare a più classi di concorso. E così, per circa 165mila partecipanti, l'incasso equivale a 2 milioni di euro.

Ogni candidato al concorso scuola docenti ha pagato 10 euro per partecipare al concorso scuola docenti 2016, ma c'è chi ha fatto un doppio pagamento per partecipare a più classi di concorso. E così, per circa 165mila partecipanti, l'incasso equivale a 2 milioni di euro.

Ma questi soldi a cosa servono? Il pagamento è stato introdotto dalla legge 107/2015 "111. Per la partecipazione ai concorsi pubblici per titoli ed esami di cui all'articolo 400 del testo unico di cui al decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, come modificato dal comma 113 del presente articolo, e' dovuto un diritto di segreteria il cui ammontare e' stabilito nei relativi bandi"

In questi giorni si è scatenata la polemica sull'esiguo compenso riservato ai commissari e ai Presidenti delle commissioni giudicatrici. E sulla questione è intervenuto anche il Premier Commissioni concorso, Renzi "un euro l'ora? Non è giusto, ci lavoriamo"

In realtà, come ricordato da Italia Oggi, un emendamento durante l'approvazione della legge 107/2015 aveva anticipato il problema, ma fu inesorabilmente bocciato. Ora si corre ai ripari, per evitare che "salti tutto", dal momento che sono già 10 le regioni alla ricerca di docenti volontari che si assumano la responsabilità di giudicare i colleghi e deciderne il destino professionale e personale ATA per le funzioni di segretario.

I tempi sono stretti. Italia Oggi individua varie strade: un atto del Miur. E pace a tutti. Oppure un segnale politico più forte, con un emendamento al ddl di conversione del decreto legge su scuola e università in discussione al Senato.

Servono ancora tra i 2 e i 3 milioni per assicurare una paga decente. Staremo a vedere quanto l'aumento della retribuzione inciderà sulla scelta dei docenti di ruolo di aderire alla chiamata del Miur. In un nostro articolo abbiamo avanzato l'ipotesi che il rifiuto sia anche il segnale di un malcontento che non è solo questione economica, di una mancata valorizzazione della dignità professionale.

Già un gruppo di Dirigenti Scolastici ha voluto esprimere il proprio NO alla presentazione delle domande in qualità di presidenti delle commissioni giudicatrici del prossimo concorso a cattedra, considerati i compensi irrisori, i carichi di lavoro e l'importanza del compito.  Concorso docenti 2016. Dirigenti scolastici siciliani: MIUR chiede alta professionalità in cambio di 60 centesimi l'ora. Non forniamo disponibilità

Certo, tutto dipenderà da quanto sarà l'aumento!

Concorso scuola docenti: docenti di ruolo non si candidano a commissari. Questione economica, di solidarietà con proteste abilitati, o di dignità professionale?

Stampa

Eurosofia. Aggiornamento Ata: corso di dattilografia a soli 99 euro. Iscriviti ora