Concorso scuola docenti: colleghi, non reagire a quanto sta accadendo significa non avere rispetto per se stessi. Lettera

Di
WhatsApp
Telegram

Salve cari egregi colleghi professori, leggendo e rileggendo le varie lettere, comprese le mie, mi sembra di assistere ad un declino psicologico e professionale irreversibile.

Salve cari egregi colleghi professori, leggendo e rileggendo le varie lettere, comprese le mie, mi sembra di assistere ad un declino psicologico e professionale irreversibile.

Naturalmente spero di sbagliarmi e che qualcosa possa veramente accadere a settembre. Naturalmente parlo di una protesta democratica, legale ed assolutamente da narrare ai nostri ragazzi in campo didattico.

Voglio creare non una offesa ma una provocazione: e se non fossimo davvero idonei ad insegnare? Ma un professore non dovrebbe insegnare a reagire alle dittature? Sembriamo tanti cani bastonati, tante pecorelle che fanno il broncio e che non reagiscono perchè non sia beeeello farlo o troppo rischioso! E questo il governo lo ha capito.

Naturalmente io sono peggio di Voi. Quello che stà succedendo è così assurdo, falso, meschino, subdolo ed infamante,  che la stampa non ne parla neanche. Ma infondo come potrebbe parlarne, cosa potrebbe dire? Intere classi di concorso cancellate alle voci competenza ed idoneità!

Percentuali così disastrose che la scuola dovrebbe chiudere ed i genitori non mandarci più i figli ! Valutazioni così assurde da non utilizzarle mai per classificare i nostri ragazzi agli scrutuni. Una voce mancante tra le quattro presenti nelle griglie di valutazione: criteri per motivare e per suscitare interesse nello studio, insegnare ad essere protagonisti di una lezione in classe o in altre classi, per la didattica interclasse.

Che abbiamo perso il rispetto di questo governo, per le sue azioni, è ormai assicurato, speriamo solo di non perdere rispetto per noi stessi, perchè non reagire a questo punto sarebbe dire al governo: continuate così, tanto tutto va bene, nessuno è stato bocciato, nessuno si è sentito tradito, niente è successo. Naturalmente potremmo farlo, ma vorrebbe dire essere veramente diventati succubi della qualunque!!

Basta allora offendere la Giannini, basta offendere Renzi, perchè se questa gente è ancora lì è solo tutta colpa nostra! Cerchiamo di essere coerenti ed accettiamo il fatto che sia solo tutta colpa nostra! Abbiamo stidiato per non farci governare dai tiranni e non è servito a niente!

Con profondo rammarico, ma con doverosa speranza in una nostra reazione, Montalbano Fabrizio.

WhatsApp
Telegram

Eurosofia e Udir presentano l’evento formativo “PNRR, Start-up per dirigenti scolastici – Attuazione delle linee di investimento”. Roma 25 agosto 2022