Concorso scuola docenti: chi vigilerà durante le prove scritte

Stampa

Con la nota n. 9705 del 12 aprile 2016 inviata agli USR il Miur chiarisce come si svolgerà la vigilanza durante le prove scritte del concorso scuola docenti.

Con la nota n. 9705 del 12 aprile 2016 inviata agli USR il Miur chiarisce come si svolgerà la vigilanza durante le prove scritte del concorso scuola docenti.

Innanzitutto, nel caso in cui la prova scritta si tenga in più sedi scolastiche per l'elevato numero di candidati, per ogni sede dovrà essere costituito un apposito comitato di vigilanza.

Durante la prova scritta sarà presenta la Commissione giudicatrie e/o il comitato di vigilanza.

A presiedere il comitato di vigilanza è il Dirigente Scolastico della sede della prova (o collaboratore designato).

Devono esserci almeno due persone (docenti? personale Ata? la nota non lo specifica) addetti ai compiti di sorveglianza, nominati dal Dirigente Scolastico.

In ogni aula sarà presente anche un responsabile tecnico nominato dall'USR, che si relazionerà con il Presidente della commissione o con il comitato di vigilanza.

Come per Presidenti e commissari, nonchè per il tecnico, anche per chi farà parte del comitato di vigilanza non dovranno sussistere motivi di incompatibilità.

Chi farà parte del comitato di vigilanza dovrà prestare la massima attenzione alle istruzioni fornite per la giornata della prova relativamente all'utilizzo delle postazioni informatiche e alle avvertenze per il corretto svolgimento della stessa..

Tutto sul concorso a cattedra

Concorso scuola docenti, dove farò l'esame? Gli elenchi degli USR

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur