Concorso scuola docenti, CDS ammette ricorrenti non abilitati, cosa accadrà? Forse prove suppletive

Di
Stampa

Notizia data in tempo reale dalla nostra redazione questa mattina: al concorso scuola docenti sono stati ammessi anche i docenti privi di abilitazione.

Notizia data in tempo reale dalla nostra redazione questa mattina: al concorso scuola docenti sono stati ammessi anche i docenti privi di abilitazione.

I docenti che potranno partecipare dovranno essere muniti di ordinanze o decreti cautelari da parte dei giudici, a precisarlo il provvedimento con il quale il ministero dell'Istruzione ha reso noto lo scorso 12 aprile il calendario delle prove.

Resta il problema dei tempi. Il concorso, infatti, è già partito ieri e per alcune classi di concorso le prove sono già state svolte. "Non è da escludere – leggiamo dall'ANSA – dunque l'ipotesi di prove suppletive per i ricorrenti in modo da consentire ai ricorrenti beneficiari di provvedimenti cautelari favorevoli di svolgere le prove, qualora i provvedimenti di ammissione con riserva dovessero intervenire in ritardo rispetto alle date già fissate dal calendario pubblicato lo scorso 12 aprile."

L'attuale pronunciamento del CdS riguarda soltanto tre ricorrenti, si tratta comunque di un indirizzo che ribalta quanto deciso dal Tar Lazio che aveva bocciato la richiesta.

Nei prossimi giorni ci saranno udienze a riguardo proprio al Tar che non potrà non prendere in considerazione l'orientamento del Cosiglio di Stato.

Concorso scuola docenti. Anief: CdS ammette laureati non abilitati e diplomati magistrali ad indirizzo linguistico a prova scritta

Stampa

Eurosofia: 5 nuovi preziosi webinar formativi gratuiti per i concorsi scuola e sul nuovo Pei. Non perderteli. Registrati ora