Concorso scuola docenti: accesso anche ai non abilitati? TAR avrebbe bocciato

Stampa

Giungono le prime notizie dell'udienza sui ricorsi presentati dai docenti non abilitati che chiedono di partecipare al concorso scuola docenti. Il TAR avrebbe accettato la memoria difensiva del Miur che chiedeva la revoca dei decreti monocratici di ammissione con riserva alle prove.

Giungono le prime notizie dell'udienza sui ricorsi presentati dai docenti non abilitati che chiedono di partecipare al concorso scuola docenti. Il TAR avrebbe accettato la memoria difensiva del Miur che chiedeva la revoca dei decreti monocratici di ammissione con riserva alle prove.

I testi non sono ancora disponibili, pertanto la notizia deve ancora essere confermata, sia per quanto riguarda l'esito, sia nel caso di conferma, per quanto riguarda le motivazioni.

Giusto ieri il Ministero aveva ribadito di star facendo il possibile per la tutela dei docenti in possesso di abilitazione, che possono vantare il requisito richiesto dalla legge 107/2015 per partecipare al concorso. I primi decreti monocratici di ammissione di docenti non abilitati, che avevano presentato domanda cartacea, avevano gettato nello sconforto gli abilitati. Il Miur aveva risposto di essere tranquillo e di attendere la decisione dei giudici nel merito.
Concorso scuola docenti, Giannini: legge chiara, riservato agli abilitati ma stiamo seguendo la questione dei ricorsi. Siamo tranquilli e ieri in VII Commissione aveva confermato di essersi costituito per resistere alle pretese avanzate dai ricorrenti e per ottenere la revoca dei citati decreti monocratici, con la motivazione che i ricorsi sono infondati, del tutto carenti di fumus boni iuris.

Attendiamo di leggere i testi per capire se le prime impressioni trapelate dall'esito dell'udienza sono corrette oppure no.

Tutto sul concorso a cattedra

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata