Concorso scuola docenti abilitati: requsiti, docenti di ruolo, chi può accedere con riserva, classi di concorso. Tutte le info utili

di Nino Sabella
ipsef

item-thumbnail

Il concorso, riservato ai docenti abilitati all’insegnamento e/o specializzati sul sostegno, previsto dal decreto legislativo n. 59/2017 e regolamentato dal DM n. 995/2017, si articola in una prova orale non selettiva e nella valutazione dei titoli.

La procedura si conclude con la costituzione di una graduatoria regionale di merito ad esaurimento, dalla quale si viene poi ammessi al percorso annuale o terzo anno FIT, superato il quale si è assunti in ruolo.

Il concorso, come gli altri previsti dal suddetto decreto legislativo, riguarda soltanto i docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado.

Chi può partecipare al concorso? Sono previste partecipazioni con riserva?

REQUISITI PARTECIPAZIONE

Premettiamo che i titoli, per poter partecipare al concorso, devono essere stati conseguiti entro il 31 maggio 2017, data di entrata in vigore del D.lgs. n. 59/2017, eccetto i casi di cui parleremo nel paragrafo dedicato alle “ammissioni con riserva”.

Possono partecipare al concorso i docenti in possesso di:

  • abilitazione in una o più classi di concorso (per posto comune);
  • specializzazione sul sostegno (per i posti di sostegno, quindi docenti abilitati e specializzati).

Possono, inoltre, partecipare al concorso gli insegnanti tecnico-pratici, purché iscritti nelle graduatorie ad esaurimento o nella seconda fascia delle graduatorie di istituto entro il 31 maggio 2017. Gli stessi insegnanti possono partecipare al concorso per i posti di sostegno, a condizione di essere anche in possesso della relativa specializzazione.

Il bando indicherà i requisiti generali di ammissione.

DOCENTI GIA’ DI RUOLO

Diversamente da quanto previsto dal D.lgs. n. 59/2017, i docenti di ruolo possono partecipare al concorso.

Il Decreto Ministeriale, infatti, non fa distinzione tra docenti di ruolo e non di ruolo, ma indica come requisito per la partecipazione al concorso soltanto l’abilitazione all’insegnamento per i posti comuni e la specializzazione sul sostegno per i relativi posti.

Nessun divieto, dunque, per i docenti già assunti a tempo indeterminato.

CANDIDATI AMMESSI CON RISERVA

Sono ammessi con riserva, i docenti che:

  • conseguano il titolo di specializzazione per le attività di sostegno entro il 30 giugno 2018 (Specializzazione Sostegno III ciclo);
  • hanno conseguito il titolo abilitante o la specializzazione sul sostegno all’estero entro il 31 maggio 2017 e presentano al Miur la relativa domanda di riconoscimento, entro la data di presentazione delle istanze di partecipazione al concorso;
  • possiedono i requisiti di partecipazione per effetto di provvedimenti giudiziari non definitivi (in attesa quindi della sentenza di merito).

PROCEDURE CONCORSUALI E CLASSI CONCORSO

Le classi di concorso di riferimento, ossia quelle che determinano la procedura concorsuale cui partecipare, sono indicate nel DPR n. 19/2016, come modificato dal DM 259/2017. Nel DPR sono indicate le nuove classi di concorso, cui sono confluite le vecchie di cui alle Tabelle A e D, allegate al DM 30 gennaio 1998.

Come leggiamo nell’articolo 3/2 del predetto DPR, i docenti già abilitati, alla data di entrata in vigore del suddetto DPR 19/2016 (23 febbraio 2016), partecipano al concorso per le classi di concorso indicate nella Tabella A, allegata al DPR medesimo.

CLASSE DI CONCORSO A23

I docenti, che intendono partecipare per la nuova classe di concorso A23 (Italiano L2), devono essere in possesso dei titoli di specializzazione indicati nel DM n. 92/2016, oltre ai titolo d’accesso indicati nel succitato DPR 19/2016.

Scarica il decreto n. 995/2017

Versione stampabile
anief anief
soloformazione