Concorso scuola, chi ha una gravidanza a rischio può ottenere il differimento o lo spostamento della prova. Sentenza Tar

Stampa

Si avvicina l’inizio del concorso STEM 2021 (si parte il 2 luglio). Un quesito giunto alla nostra redazione riguarda la partecipazione di una candidata alle prese con una gravidanza a rischio. La donna ha diritto allo spostamento della sede o, qualora sia possibile, al differimento della prova?

Secondo una recente sentenza del TAR Lazio (n. 7826/2017), la donna ha diritto a richiedere lo spostamento della sede rispetto a quella originariamente fissata.

Il Tar Lazio, in quella circostanza, ha confermato il diritto della candidata a svolgere la prova in una nuova data successiva alla data del parto. L’esclusione della candidata dalla partecipazione al concorso risulta in palese contrasto con gli articoli 3 e 51 della Costituzione che garantiscono a tutti i cittadini, senza distinzione di sesso, la possibilità di accesso agli uffici pubblici.

“La condizione di maternità – scrive il Tarimpone, alle pubbliche amministrazioni, di adottare ogni misura necessaria per garantire la tutela della donna e della maternità e assicurarle la partecipazione al concorso in condizioni di parità effettiva con gli altri candidati”.

Pertanto il Tar Lazio ha accolto il ricorso e disposto il differimento della prova, obbligando l’amministrazione ad ammettere la candidata allo svolgimento di una prova suppletiva.

Concorso Stem 2021, conto alla rovescia: si parte venerdì 2 luglio. Le info utili su prova scritta e orale [con VIDEO]

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur